TAGLIOLI RISPONDE AL CONSIGLIERE GIOBBI: “LA SMETTA DI ATTEGGIARSI A PALADINA DEI DIRITTI DEI CITTADINI E SI INFORMI SUL REGOLAMENTO COMUNALE”.

L'Eco del Monte e del Padule 21 febbraio 2014 0
TAGLIOLI RISPONDE AL CONSIGLIERE GIOBBI: “LA SMETTA DI ATTEGGIARSI A PALADINA DEI DIRITTI DEI CITTADINI E SI INFORMI SUL REGOLAMENTO COMUNALE”.


La consigliera Giobbi si atteggia a difensore dei cittadini con 
il piglio tipico del capopopolo senza macchia e senza paura che 
non teme niente e nessuno, ma sarà bene che impari ad informarsi 
preventivamente prima di dare in pasto all'opinione pubblica 
informazioni parziali, incomplete e non approfondite”. 
Non usa certo il fioretto il sindaco di Vicopisano Juri Taglioli 
dopo le dichiarazioni del consigliere di opposizione Marrica 
Giobbi circa il presunto boicottaggio della riunione della lista 
“Per i Cittadini”. 
Ricordiamo che la Giobbi, lamentando la mancata apertura della 
scuola nella serata di lunedì ed obbligando i convenuti alla 
riunione di “Per i Cittadini” a tenere la stessa all'esterno della 
struttura, aveva ventilato un preciso disegno dietro l'equivoco. 
“Facendo nomi e cognomi di altri cittadini, inventandosi di sana 
pianta supposti favoreggiamenti, il consigliere dimentica che il 
suo ruolo, oltre che investirla di un'innegabile rappresentanza 
popolare, presuppone anche certi obblighi e doveri etici. 
Atteggiandosi a “paladina del popolo”, criticando e basta, senza mai 
imbastire una proposta CONCRETA, Marrica Giobbi non tiene conto che 
– anche grazie alla risonanza di certi comunicati stampa non 
adeguatamente filtrati a suo esclusivo vantaggio -, rischia denunce 
o querele per diffamazione e calunnia” continua Taglioli, che pur 
non addentrandosi in questioni personali sollevate dalla 
consigliera tiene a puntualizzare alcune questioni che stanno sotto 
agli occhi di tutti. 
La Giobbi afferma che dietro l'episodio si celino oscuri mandanti, 
in realtà è tutto frutto della sua fervida immaginazione. 
La solerte “rappresentante dei cittadini” non ha mai avvertito il 
gestore della struttura delle sue intenzioni di tenere un incontro 
nei locali della ex scuola di Caprona, ma ha telefonato in comune 
una sola volta, senza nemmeno preoccuparsi di chiedere conferma agli 
interessati. Sarebbe come rivolgersi al proprietario di un immobile 
affittato a terzi della propria intenzione di tenere una festa nei 
locali in oggetto: il proprietario potrebbe solo rispondere di 
rivolgersi direttamente a chi abita lo stabile, lo gestisce e ne ha 
le chiavi. Se le capacità organizzative del consigliere Giobbi si 
bloccano di fronte ad ostacoli come questo – una riunione di 20 
persone in orario extralavorativo – figuriamoci come amministrerebbe 
un Comune di oltre 8000 abitanti...”. 

IL SINDACO TAGLIOLI CON IL PRESIDENTE DELLA REGIONE TOSCANA ENRICO ROSSI NEL CORSO DELLA VISITA AL TEATRO VERDI DI MARTEDI’ SCORSO

Ma c'è dell'altro, anche se il sindaco continua a mostrarsi 
reticente sull'argomento: “Mi sono ripromesso di non rispondere 
alle provocazioni gratuite, ma per educazione e rispetto nei 
confronti dei cittadini del comune di Vicopisano voglio ribadire 
alcune questioni che stanno sotto agli occhi di tutti, basta sapere 
dove cercare ed avere voglia di farlo, anziché perdersi in crociate 
qualunquistiche ma di forte impatto mediatico” confessa Taglioli. 
“Quando si inventano presunti favoritismi nel metro di assegnazione 
di proprietà comunali, si dovrebbero conoscere almeno i meccanismi 
interni che regolano tali procedure, tanto più se l'accusa è mossa 
da un consigliere comunale e candidato sindaco. L’iter è sempre lo 
stessi da anni: l’ufficio comunale pubblica il bando, lo pubblicizza 
ed alla scadenza del termine valuta le richieste pervenute in Comune 
Se per l'ex scuola di Caprona è giunta una sola domanda (quella di 
Roberto Frassi, Presidente dell'ass. Monte Pisano), è stata 
automatica l'assegnazione dell'ex scuola all'associazione”.

I VOLONTARI CHE MARTEDI’ HANNO ROICEVUTO IL GOVERNATORE

Leave A Response »