BUTI, ELEZIONI COMUNALI. IL SINDACO USCENTE ALESSIO LARI, LA SQUADRA ED IL PROGRAMMA DI “INSIEME PER BUTI”

L'Eco del Monte e del Padule 24 maggio 2016 0
BUTI, ELEZIONI COMUNALI. IL SINDACO USCENTE ALESSIO LARI, LA SQUADRA ED IL PROGRAMMA DI “INSIEME PER BUTI”

ALTRO PASSAGGIO NELL’AVVICINAMENTO AL VOTO AMMINISTRATIVO DEL PROSSIMO 5 GIUGNO

Ieri sera a Cascine di Buti era il turno di Alessio Lari (sindaco uscente) e della sua squadra di “Insieme per Buti” di confrontarsi con i cittadini per presentare i punti salienti del programma elettorale in vista dell’appuntamento con le urne del 5 giugno.
Una formazione in parte rinnovata ma forte di diversi nomi già noti ai butesi, reduci dall’esperienza dei cinque anni di governo.

ALESSIO LARI

ALESSIO LARI

Ripartiamo con rinnovato entusiasmo – ha detto il primo cittadino uscente in apertura – Temprati dall’esperienza non facile di questi 5 anni difficili, certi di aver dato il massimo e consapevoli della bontà dei risultati ottenuti. Nonostante la congiuntura avversa, noi di “Insieme per Buti” abbiamo lavorato per cinque anni rimboccandoci le maniche di giorno in giorno, ottenendo obiettivi importantissimi come la riduzione del passivo comunale dai 6 milioni di €uro del 2011 ai 3 milioni attuali, un + 3 che la dice lunga sull’oculatezza e la bontà delle scelte intraprese. Vorrei condividere con voi i progetti iniziati in questo mandato, meritevoli di essere terminati entro il 2021”.
Il programma elettorale di “Insieme per Buti” è stato distribuito in una brochure dove campeggia il motto: “BUTI 2021: IL MEGLIO DEVE ANCORA VENIRE”, e dove sono contenuti i punti chiave della futura legislatura nel caso che “Insieme per Buti” fosse confermata alla guida del comune.
“Abbiamo suddiviso in sei macrosettori i le tante idee che ci proponiamo di attuare nel prossimo quinquennio, il primo dei quali denominato “LE PERSONE PRIMA DI TUTTO”, perchè è nostro profondo convincimento che le persone, con le loro esigenze, con le loro differenze, ciascuna bisognosa di attenzioni particolari, restano sempre al centro dei nostri pensieri – ha spiegato Lari – Come nella passata legislatura i nostri sforzi saranno rivolti a favore di tutti: giovani e meno giovani, studenti, anziani, associazioni sportivi, i meno fortunati, le giovani coppie… Poi abbiamo in serbo un obiettivo che Buti insegue da tempo: il recupero del CASTELLO, simbolo di Buti e bisognoso da decenni di una degna risistemazione. Amplieremo i parcheggi (amplieremo il cimitero della Croce, creeremo a Cascine di Buti un grande centro sportivo con palestra e nuovi campi di calcio, ci interesseremo al recupero della vecchia ferrovia Lucca – Pontedera con la realizzazione di una ciclabile, ma soprattutto termineremo nei primi 100 giorni del nostro mandato (e questa è una promessa), il nuovo distretto socio sanitario a La Croce, un progetto già avviato e che finalmente doterà il comune di Buti di servizi socio-sanitari all’altezza. Visite mediche, centro prelievi, prenotazioni… un punto in grado di offrire quelle prestazioni che i cittadini sono ad oggi costretti a richiedere altrove…”

WP_004153

Ma non è certamente finita qua, perchè Alessio Lari ha affrontato le restanti proposte con altrettanto entusiasmo e capacità di persuasione: “Sotto l’aspetto culturale non ci discosteremo dall’approccio dei passati cinque anni. Cercheremo di fondere le nostre radicate tradizioni (enogastronomia d’eccellenza, patrimonio storico, potenzialità turistiche) con le opportunità offerte dalla oderna tecnologia. Creeremo una “app” (gratuita) per valorizzare le caratteristiche del territorio, faremo decollare il progetto di “albergo diffuso” varato tempo fa, istituiremo l’assessorato alle manifestazioni storiche” a sostegno del nostro Palio – cuore e motore dell’intera società butese -, istituiremo una scuola del “maggio” e dell’ottava rima per perpetrare la tradizone dei nostri poeti-contadini…”
Ma c’è spazio anche per l’ambiente e l’ecosostenibilità, nel programma di “Insieme per Buti”: “I grandi risultati ottenuti con l’introduzione della raccolta differenziata parlano da soli – ha proseguito Aessio Lari – Incentiveremo la minor produzione di rifiuti incoraggiando il RIUSO e il RIUTILIZZO, installeremo il fratello di NELLO IL FONTANELLO per continuare il trend virtuoso “minor produzione di rifiuti – valorizzazione dell’acqua pubblica”, sostituiremo le lampade in uso con quelle a LED nell’ottica di un efficientamento energetico…”
Spazio anche alle idee (videosorveglianza e “digital-Buti” internet wi-fi), con un occhio di riguardo al prodotto butese per eccellenza e sicuramente più famoso nel mondo: l’olio extravergine del monte pisano: “Un tema che non poteva mancare nel nostro programma – conclude Lari – Abbiamo già dimostrato quanto ci prema l’argomento, quindi nei prossimi 5 anni incentiveremo il recupero degli oliveti abbandonati, finanzieremo il restauro dei muri a secco e promuoveremo progetti scientifici con l’università di Pisa. Oltre a tutto ciò sosterremo il commercio attraverso l’esenzione dalla TARI per una anno ai negozi che apriranno sul territorio comunale e ridurremo la stessa e la COSAP (tassa sul suolo pubblico) per chi si impegnerà nella riqualificazione esterna del proprio esercizio. Tanti progetti ed un monte di idee, impossibili da riassumere in un’unica serata – chiude – Invito a prendere visione diretta del programma, a contattarci, a chiedere chiarimenti e delucidazioni direttamente o attraverso la nostra pagina facebook “Insieme per Buti”.

Leave A Response »