I BERSAGLIERI “INVADONO” IL CENTRO DI CASCINA.

L'Eco del Monte e del Padule 25 settembre 2016 0
I BERSAGLIERI “INVADONO” IL CENTRO DI CASCINA.

Migliaia di tricolori ad accogliere le fanfare.

Domenica 25 settembre 2016 sarà ricordata per il graditissimo omaggio che Cascina e i cascinesi hanno ricevuto dalle fanfare dei bersaglieri di Firenze, Prato e Montopoli, che hanno percorso di primo mattino viale Comaschi e Corso Matteotti suonando le musiche famose, coinvolgenti ed arcinote tipiche del corpo militare con le piume sul cappello, naturalmente entrando a passo di corsa in piazza dei Caduti.

Numerosissima la folla ad assistere, tanti cittadini e bambini con le bandierine tricolori in mano allestite dal comune di San Giuliano terme – abbiamo visto i motivi del coinvolgimento in un articolo precedente (LINK) -.
A tale proposito (il coinvolgimento di San Giuliano e la presenza del sindaco Sergio Di Maio accanto alla collega di Cascina Susanna Ceccardi), è d’obbligo ricordare che l’esibizione delle fanfare rientrava nella
seconda giornata del “Memorial Maurizio Baldini”, già presidente regionale dell’Associazione Bersaglieri, scomparso dieci anni fa.

bersagliericascinastriscione03

 

Ieri – 24 settembre – il concerto della fanfara dell’associazione bersaglieri di Firenze in piazza Martiri della libertà, questa mattina il “tributo” dei cascinesi ad una manifestazione che, dopo le troppe polemiche seguite all’esito del voto dello scorso giugno, che a troppi cascinesi non è ancora andato giù, ha finalmente visto un’adesione massiccia, partecipata e spontanea, con buona pace di tutti i sedicenti e prezzolati opinionisti che spesso sparano critiche e fomentano polemiche dai social e dai blog.

bersaglieriallocuzione-nencini-1

Il viceministro Riccardo Nencini parla dal palco di piazza dei Caduti

La domenica mattina si è aperta in piazza dei Caduti, dove i bersaglieri sono entrati di buon mattino schierandosi di fronte al palco delle autorità. Poi c’è stato l’alzabandiera sulle note dell’inno di Mameli e Riccardo Nencini, vice ministro alle infrastrutture e ai trasporti, ha passato in rassegna i militari insieme al generale Agostino Pedone.

L'arrivo "di corsa" della fanfara.

L’arrivo “di corsa” della fanfara.


Susanna Ceccardi, sindaco di Cascina, e Sergio Di Maio, hanno deposto una corona di alloro alla memoria dei Caduti e l’allocuzione ufficiale è stata affidata a Nencini, che ha ricordato gli impegni dei bersaglieri nelle varie missioni di pace e il valore della storia del corpo, i cui componenti, durante la prima guerra di indipendenza erano alla battaglia di Goito, nel 1848, mentre nello stesso anno gli studenti pisani e livornesi combattevano nella battaglia di Curtatone e Montanara.

Riccardo Nencini, Susanna Ceccardi e Sergio Di Maio in raccoglimento durante l'omaggio ai Caduti

Riccardo Nencini, Susanna Ceccardi e Sergio Di Maio in raccoglimento durante l’omaggio ai Caduti

E poi la sfilata al passo di corsa in viale Comaschi e corso Matteotti, aperta dallo striscione cremisi dell’Associazione nazionale bersaglieri sezione Curtatone e Montanara di Pisa.

Gran finale di nuovo in piazza dei Caduti, dove ha preso la parola il sindaco Ceccardi per ringraziare «tutti coloro che hanno reso possibile questa bella iniziativa e l’entusiasmo che i bersaglieri hanno trasmesso a Cascina».

Leave A Response »