IL NOME DELL’ARCHITETTO “PER CORTESIA” DI CALCI APPRODA ALLA CORTE DEI CONTI. E DEI PROGETTI ARENATI SI OCCUPERA’ L’ANTICORRUZIONE.

L'Eco del Monte e del Padule 13 ottobre 2016 0
IL NOME DELL’ARCHITETTO “PER CORTESIA” DI CALCI APPRODA ALLA CORTE DEI CONTI. E DEI PROGETTI ARENATI SI OCCUPERA’ L’ANTICORRUZIONE.

La segnalazione del Gruppo consiliare UNITI PER CALCI in merito al progetto della nuova scuola media comunale e delle opere ad essa connesse (parcheggio e viabilità d’accesso alla struttura), è la logica prosecuzione di un’indagine intrapresa per monitorare la regolarità delle azioni intraprese dall’amministrazione calcesana nel loro complesso.

A poco valgono le intimidazioni rivolteci da un tale a mezzo social network, a quanto pare Paolo Lazzerini & Co. hanno deciso di andare fino in fondo alla questione, ed è questo il perchè delle segnalazioni a queste autorità di controllo dello Stato.

Come gruppo consiliare di minoranza del comune di Calci (PI), siamo ad esprimere forti preoccupazioni in merito all’iter intrapreso per la presentazione dell’opera pubblica in oggetto – inizia la lettera firmata dai 4 consiglieri di UNITI PER CALCI e indirizzata a INAIL (direzione centrale patrimonio), ANAC (Autorità Nazionale Anti Corruzione) e alla Corte dei Conti – Le nostre perplessità sono sorte quando è stato reso noto l’avviso pubblico per la manifestazione di interesse finalizzata all’affidamento di incarichi di singole figure professionali a supporto della redazione del progetto definitivo ed esecutivo. Le preoccupazioni sono aumentate con la sospensione del suddetto avviso, avvenuta a seguito di una lettera di denuncia da parte dell’Ordine degli architetti della provincia di Pisa che ha spinto il segretario comunale a predisporre la “sospensione della pubblicazione dell’avviso in oggetto per una verifica della compatibilità della nuova normativa. A tal fine – riassumono i consiglieri – formuliamo la ricostruzione cronologica degli eventi:

  1. Con delibera di giunta num, 105 del 15/9/2015 è stato dato mandato ai responsabili del settore 5 e del settore 2 di predisporre gli atti e di procedere alla presentazione della manifestazione di interesse per l’effettuazione di iniziative immobiliari di elevata utilità sociale valutabili nell’ambito dei piani triennali di investimento dell’Istituto Nazionale per l’assicurazione contro gli infortuni sul lavoro (INAIL), ai sensi dell’articolo 1, comma 317, della legge n.190 del 23 dicembre 2014.

  2. Con delibera di giunta num. 47 del 14.4.2016 è stato dato mandato ad un tecnico esterno di redigere la VAS entro 10 giorni dalla detta delibera, con la precisazione che entro 60 giorni sarebbe dovuto essere redatto il progetto preliminare per la costruzione della nuova scuola media comunale, senza che fosse chiaro e palese chi fosse il progettista… (allegato)

  3. Con delibera di giunta num. 73 del 16.6.2016 è stato dato mandato al responsabile del settore 5 di provvedere a predisporre una manifestazione di interesse, non vincolante per l’Amministrazione, per individuare le professionalità (non presenti all0inerno dell’Ente) da attivare per la redazione del progetto esecutivo della costruzione della nuova scuola media.

  4. Con Delibera del Consiglio Comunale n. 30 del 23.06.2016 è stata deliberata l’Approvazione del progetto di fattibilità ( art. 23 D.L.gs. nurm. 50/2016) per la costruzione di una nuova scuola, di un parcheggio e della relativa viabilità con effetti di variante al R.U. vigente ai sensi del1’art. 19 del D.P.R. 327/2001 e art. 34 L.R.T. n. 65/2014, diviso in 3 lotti pei importi complessivi pari ad €uro 3.800.000,00 per il primo lotto (costruzione nuova scuola), €uro 392.500,00 per il secondo lotto (costituzione nuova viabilità), €uro 298.000,00 per il terzo lotto (costruzione nuovo parcheggio), conte da i’elazioiie tecnica (Allegati 4 e 5);

  5. In data 25 luglio 2016 con Determina num. 258 del Responsabile del Settore 5 veniva approvata la manifestazione d’interesse per l’individuazione di singole figure professionali di supporto alla redazione del progetto definitivo ed esecutivo per la costruzione della nuova scuola media comunale, nella quale peraltro viene indicata una Delibera di Giunta (l59/16) inesistente, indicandola come l’atto di indirizzo (Allegato 6 e 6 bis)

  6. In data 1 agosto 2016 è stata protocollata al num. 7084 una lettera dell’Ordine degli Architetti di Pisa che denunciava l’affidamento della progettazione ad un Perito Edile (P.E.) che aveva firmato il bando come architetto, senza essere iscritto a nessun albo professionale degli architetti sull’intero territorio nazionale, assumendo presumibilmente lo svolgimento di mansioni superiori rispetto al titolo ricoperto, e che soprattutto indicava violazioni legislative in merito alla manfestazione d’interesse (Allegato 7);

  7. in data 3 agosto 2016 con Determina n. 278 del Responsabile del Settore 5 veniva sospesa la pubblicazione de1l’avviso di manifestazione d’interesse, a seguito di comunicazione del Segretario Comunale, nota prot. n. 7149/1 G, al fine di verificare la compatibilità con la nuova normativa del D.Lgs. num. 50/2016 (Allegato 8);

  8. In data 2 settembre 2016 è stato attivato lui procedimento disciplinate nei confronti del P.E. Massimo Carzoli per “dichiarazioni ambigue” e “non supportate da elementi di veridicità (come si evince del decreto sindacale num. 8/2016 di seguito riportato);

  9. In data 19 settembre 2016 veniva depositato dal nostro Gruppo consiliare, presso la Procuta della Repubblica, un esposto con il quale si chiedeva di effettuare opportuni accertamenti circa le affermazioni contenute nella succitata 1ettera dell’Ordine degli Architetti di Pisa, recapitata all’amministrazione oltre un mese e mezzo prima (Allegato 9);

  10. In data 28 settembre 2016, con Decreto Sindacale num. 8, veniva revocato il mandato al P.E. Massimo Carzoli quale Responsabile del Settore 5 (Allegato 10)

  11. In data 6 ottobre 2016 , nel corso del Consiglio Comunale nel quale è stata discussa una nostra interpellanza in merito ai titoli indicati nei decreti di nomina da parte del Sindaco al Responsabile del Settore 5, ad esplicita domanda: “Per quale motivo il sindaco ha utilizzato titoli formalmente diversi (prima architetto e poi dottore) nei Decreti sopra citati”, il Sindaco rispondeva che tali titoli erano stati assegnati al P.E. Signor Carzoli come “mera forma di cortesia”’(si allegano gli articoli della stampa e l’interpellanza – Allegati 11, 12 e 13);

In merito a quanto esposto chiediamo alle SS.VV. di verificare eventuali illeciti e/o anomalie. 

IL GRUPPO CONSILIARE “UNITI PER CALCI”

Cons. Paolo Lazzerini, Maila Mangini, Valtere Mignani, Giulio Messerini

Leave A Response »