ANCHE A NORCIA, LA PRO ASSISTENZA DI CALCINAIA C’E’: SEMPRE E COMUNQUE AL FIANCO DELLE PERSONE IN DIFFICOLTA’

L'Eco del Monte e del Padule 17 novembre 2016 0
ANCHE A NORCIA, LA PRO ASSISTENZA DI CALCINAIA C’E’: SEMPRE E COMUNQUE AL FIANCO DELLE PERSONE IN DIFFICOLTA’

Forse è un po’ scemato il clamore dei mass-media sul drammatico evento sismico che ha sconvolto l’Umbria e soprattutto Norcia, ma la terra in centro Italia continua a tremare e purtroppo con grande intensità.

A confermarlo è Fabio Donati, volontario della Pro Assistenza di Calcinaia che dopo aver soccorso le popolazioni terremotate vicino ad Amatrice, sabato 12 novembre è partito nuovamente per le zone colpite dal sisma, a Norcia per offrire il proprio contributo anche agli sfortunati abitanti di questa zona.

Generoso e infaticabile fabio, che lavorerà fino al prossimo 19 novembre insieme ad altri 24 volontari della Protezione Civile, offrendo assistenza a tutti quei cittadini che hanno perduto la propria abitazione nel sisma dello scorso 30 Ottobre (il più forte in Italia negli ultimi 35 anni…) e che ha definitivamente messo in ginocchio lo stupendo borgo in provincia di Perugia.

Un edificio pesantemente danneggiato dal sisma nel centro di Norcia. In alto la tendopoli allestita dalla Protezione Civile

Un edificio pesantemente danneggiato dal sisma nel centro di Norcia. In alto la tendopoli allestita dalla Protezione Civile

Abbiamo contattato Fabio per sentire direttamente dalla sua voce quale situazione ha trovato al suo arrivo e quale clima si respira a Norcia: “Il nostro campo è proprio a 20 metri dalle mura della città di cui purtroppo è rimasto ben poco. Il panorama è quello di un paese fantasma, la desolazione e il sentimento di sconforto si avverte benissimo anche nella popolazione. Molti cittadini sono rassegnati e soprattutto non vedono grandi prospettive per il futuro. Hanno paura che il paese che viveva esclusivamente di turismo, non abbia più molte possibilità di attirare visitatori. Intanto i Vigili del Fuoco ogni giorno controllano la stabilità delle case e segnano con una “X” quelle che dovranno essere abbattute. Ci sono ancora famiglie e persone che pur avendo la casa agibile scelgono di dormire in macchina. In effetti qua le scosse si susseguono. Nella sola giornata di ieri ne abbiamo avvertite nitidamente ben 3. Insomma la situazione è tutt’altro che facile”.

In questo contesto non certo idilliaco operano 25 volontari della Protezione Civile, tra cui appunto il calcinaiolo Fabio Donati. Il loro compito è quello di nutrire e dare un supporto morale, per quanto possibile, alla popolazione di Norcia. Ogni giorno circa 400/500 persone tra personale militare, di soccorso e cittadini si recano al campo allestito fuori dalle mura di Norcia per ricevere un pasto.

In molti la sera vanno a dormire nelle strutture ricettive cooptate appositamente per dare un tetto alle persone che hanno perso la propria casa nell’immane tragedia del sisma del 30 Ottobre, ma il giorno chi può torna a Norcia per sentire aria di casa e per recuperare le cose rimaste intrappolate nelle macerie del terremoto.

FONTE: UFFICIO STAMPA DEL COMUNE DI CALCINAIA

Leave A Response »