CALCINAIA, UN ESEMPIO DA SEGUIRE PER LA TARIFFAZIONE DEI RIFIUTI URBANI

L'Eco del Monte e del Padule 25 novembre 2016 0
CALCINAIA, UN ESEMPIO DA SEGUIRE PER LA TARIFFAZIONE DEI RIFIUTI URBANI

PRESENTATI A GEOFOR I RISULTATI DELLA SPERIMENTAZIONE, I RISULTATI SONO OTTIMI E MOLTO CONFORTANTI PER TUTTI !

Il progetto di sperimentazione di tariffa equa e puntuale, portato avanti dal Comune di Calcinaia fin dallo scorso mese di aprile, è l’esempio di quanto un progetto pur arduo ed impegnativo, possa portare risultati vantaggiosi per alla comunità intera quando la costanza e la determinazione accompagnano la strada intrapresa.

Questo il “sunto” della Conferenza indetta da Geofor nei giorni scorsi, un incontro e confronto al quale hanno partecipato i rappresentanti dei comuni – compreso quello di Pisa – serviti dal servizio del gestore dei rifiuti pontederese.

I risultati sono stati davvero eclatanti, tali da avvicinare il comune di Calcinaia a quelli più virtuosi dell’intera Italia.

Ma non è una mera questione di prestigio o di campanilismo, visto alla luce di questi dati, l’80% dei cittadini di Calcinaia e Fornacette in futuro si ritroverà delle bollette sui rifiuti più leggere rispetto a quelle dell’immediato passato.

In pratica dall’1 Gennaio 2017 ogni utente pagherà in base al rifiuto che produce. Arriveranno tre bollettini che prenderanno in considerazione il quadrimestre di riferimento. Per cui il primo arriverà a maggio a consuntivo del periodo Gennaio-Aprile, il secondo a Settembre a consuntivo del periodo Maggio-Agosto, il terzo a gennaio a consuntivo del periodo Settembre-Dicembre.

Il Vice Presidente di Geofor Oscar Galli, il Direttore dell’azienda, Roberto Silvestri e Valentina Pinori in rappresentanza del consiglio direttivo, ognuno di loro in sostituzione del dimissionario presidente Paolo Marconcini, hanno relazionato e spiegato nel dettaglio, insieme al sindaco di Calcinaia Lucia Ciampi ed all’assessore all’ambiente del “comune della nozza” Cristiano Alderigi.

Un percorso che è stato seguito da vicino e monitorato anche dalla Scuola Superiore S. Anna di Pisa che ha contributo ad affinare le analisi sul sistema di tariffazione.

Lucia Ciampi ha voluto ribadire con forza dei concetti basilari per il buon esito della iniziativa: “Fin dal mio primo mandato, nel 2009, l’amministrazione ha perseguito con convinzione e determinazione la via delle buone pratiche ecologiste, in grado sia di salvaguardare l’ambiente che di dar vita ad un virtuoso sistema di raccolta, differenziazione e riciclaggio. Così già nel 2011 siamo partiti con la raccolta porta a porta e dal 2009 ad oggi la nostra percentuale di differenziata è salita dal 33% all’80%. Risultati ottenuti con un’applicazione ed un lavoro davvero encomiabile da parte dell’Assessore all’Ambiente, Cristiano Alderigi, dello staff di Geofor e degli uffici e dei dipendenti del Comune di Calcinaia che hanno ideato e portato avanti progetti per informare ed educare i nostri cittadini ai benefici che questi nuovi sistemi  comportano. E’ bene ricordare che anche la Regione Toscana si è impegnata per promuovere la diffusione di sistemi di tariffazione puntuale, e non è un caso che il gestore abbia scelto il nostro Comune per questa sperimentazione, considerato appunto che data la nostra ubicazione, la nostra preparazione e le nostre competenze, eravamo pronti ad affrontare questa esperienza. Mi preme sottolineare come Geofor ci sia stata vicina in questo percorso, studiando assieme a noi accorgimenti e metodologie per avviare e correggere in corsa questa sperimentazione e in particolare vorrei ringraziare il Presidente Paolo Marconcini che ci ha seguito e non ci ha mai fatto mancare il suo apporto per fronteggiare questa difficile sfida in cui noi tutti credevamo”.

Naturalmente gli amministratori del comune di Calcinaia desiderano ricordare ai propri concittadini le regole da seguire perchè la TERIFFAZIONE PUNTUALE seguiti a funzionare egregiamente: “Occorre esporre il mastello dell’indifferenziato solo quando è realmente pieno – si raccomanda Cristiano Alderigi – Ci preme ricordare che i sacchi posizionati fuori dal mastello NON saranno ritirati, inoltre il ritiro dei mastelli è automatizzato ed intelligente, e riconosce ad esempio se un mastello è stato rubato (basta che il proprietario abbia denunciato lo smarrimento o il furto) o se è stato posizionato troppo lontano dall’abitazione che deve servire”.

Al termine l’Assessore è stato subissato di domande, osservazioni e complimenti, ma non si è soffermato molto sul risparmio di oltre 100.000 €uro di cui il Comune di Calcinaia beneficerà per effetto della sperimentazione, e neppure sui lusinghieri dati di raccolta differenziata raggiunti che sfondano ormai il tetto dell’80% e mirano ad arrivare anche più in alto, ma ribadendo ancora una volta su quanto sia importante insistere per fare in modo che alcuni concetti sia ben chiari a tutti i cittadini.

Cristiano Alderigi espone i concetti base della sperimentazione

Cristiano Alderigi espone i concetti base della sperimentazione

Differenziando si può dare avvio al ciclo virtuoso del riciclo e del riutilizzo delle risorse – ha detto – Ridurre il più possibile la produzione di rifiuti significa salvaguardare l’ambiente che ci circonda, guardare al futuro del nostro pianeta e dei nostri figli. E’ bene che ogni cittadino abbia poi inoltre la consapevolezza che pagherà per quello che inquinerà, per cui si introduce finalmente un concetto di equità nel pagamento di questo servizio direttamente proporzionale al livello di utilizzo del servizio stesso” ha espresso in estrema sintesi Alderigi,

Insomma i risultati sono già strabilianti, ma a partire dall’1 Gennaio 2017, la tariffazione sarà realtà, perciò conviene differenziare bene e  cercare di ridurre i propri rifiuti.

A partire da gennaio 2017, stop alla sperimentazione. A Calcinaia si fa sul serio…

FONTE: UFFICIO STAMPA COMUNE DI CALCINAIA

Leave A Response »