“CALCI, L’AMMINISTRAZIONE PROMETTE PROVVEDIMENTI ESEMPLARI E INVECE IL SEDICENTE ARCHITETTO COMUNALE E’ ADDIRITTURA PREMIATO !!!”

L'Eco del Monte e del Padule 7 dicembre 2016 0
“CALCI, L’AMMINISTRAZIONE PROMETTE PROVVEDIMENTI ESEMPLARI E INVECE IL SEDICENTE ARCHITETTO COMUNALE E’ ADDIRITTURA PREMIATO !!!”

Più di 3000 €uro nonostante le evidenti responsabilità e l’inadeguatezza nel ruolo”.

Questa la denuncia del gruppo di minoranza UNITI PER CALCI, composto dai consiglieri comunali Paolo Lazzerini (capogruppo), Maila Mangini, Valter Mignani e Giulio Messerini.

L’ex Responsabile dei lavori pubblici – ormai è chiaro – non è Architetto; ma la Giunta guidata dal sindaco Ghimenti lo premia ugualmente assegnandogli l’indennità di risultato…” così prosegue il comunicato stampa giunto alla nostra redazione a firma dei quattro consiglieri comunali di Calci.

Dopo la denuncia dell’Ordine degli Architetti dello scorso agosto e grazie alla nostra azione di informazione e denuncia alla cittadinanza, era emerso che il dipendente in questione non possedeva i titoli con i quali firmava progetti pubblici e che il progetto della nuova scuola media in particolare facesse acqua da tutte le parti tanto da avere subito dei ritardi e delle vicissitudini inenarrabili” riassumono.

Dal quel momento la vicenda è letteralmente scoppiata in mano al Sindaco, che solo grazie alla nostra legittima opera di controllo è dovuto uscire allo scoperto “coram populo” per cercare di convincere la cittadinanza che nulla di grave stesse accadendo.

Il titolo di Architetto era stato conferito “per mera cortesia” al sedicente lauratoè stata la scusa con la quale si è giustificato il sindaco in consiglio comunale…”; ma come ??? Per “mera cortesia” le persone si chiaano “signore”, “signora”… non certo “architetto”, “avvocato”, “notaio”, ecc…

Altrimenti, ci sia consentito sdrammatizzare, andrebbero sdoganati anche gli atteggiamenti servili del ragionier Ugo Fantozzi quando si rivolge ai megadirettori chiamandoli “Altezza”, “Sire”, addirittura “Santità”…

Oggi scopriamo che il Sindaco e tutta la Giunta Municipale hanno autorizzato autorizzano il responsabile del settore affari finanziari a liquidare l’indennità di risultato alle cinque Posizioni Organizzative del Comune, e sino qui nulla di irregolare, se non che abbiamo scoperto che fra le P.O. premiate c’è anche il sedicente architetto, che oltre allo stipendio e all’indennità annuale di 11.260,49 €, si vedrà assegnare ulteriori 1.537,05 €, giustificando con un punteggio pari a 91/100 il suo risultato, le sue capacità e la sua fiducia per il lavoro svolto…”

Non possiamo oltretutto non notare come nel 2015 gli sia stato riconosciuto un miglioramento rispetto al 2014 – proseguono Lazzerini, Mangini, Mignani e Messerini – da 89/100 a 91/100 di valutazione, recependo un premio di risultato ancor maggiore, anche se di poche decine di euro”.

INDENNITA’ DI RISULTATO ANNO 2014 (pagato nel 2015)

Punteggio 89,00 indennità di risultato € 1.503,27

INDENNITA’ DI RISULTATO ANNO 2015 (pagato nel 2016)

Punteggio 91,00 indennità di risultato € 1.537,05

Ma la ciliegina sulla torta è servita quando salta agli occhi che tra gli obiettivi del 2015 viene riconosciuta al fasullo laureato la valutazione piena alla “Predisposizione procedura per gli interventi sulla scuola media attuale”…

“ROBA DA SCHERZI A PARTE”, verrebbe da commentare, se non fosse per l’estrema gravità dei fatti e cher in seguito alle manovre orchestrate dal sedicente architetto comunale sono stati perduti 700.000 €uro a fondo perduto riconosciuti dallo Stato e sono stati spesi oltre 45.000 €uro in

consulenti esterni per la stesura del progetto (ormai archiviato…)”

  • “Ancor più grave, se non clamoroso, è il via libera del Sindaco e della Giunta al piano delle “Performance 2016”:
  • Il 15 settembre scorso, quando ormai la vicenda del sedicente Architetto era scoppiata, con Delibera di Giunta n. 105/2016 sono stati approvati gli obiettivi 2016 che devono raggiungere le P.O. ai fini dell’ottenimento del premio di risultato- tra loro anche l’ex responsabile dei lavori pubblici, naturalmente… -,
  • Questi obiettivi serviranno a conferire il premio nel 2017. E non è ancora finita…
  • Cari calcesani purtroppo non siamo su scherzi a parte” è il grido del gruppo di minoranza, indignato perchè dalla vicenda, oltre ad un accumulo di brutte figure sesquipedali di fronte alle istituzioni, agli ordini professionali ed ai comuni cittadini, agli indubbi e ben verificabili danni economici per il comune, ai ritardi nei lavori pubblici di primaria importanza e quindi un disagio per tutta la popolazione, emerge un indirizzo o meglio, un insegnamento impartito dall’Amministrazione (magari senza riflettere sulle implicazioni della propria condotta):
  • Chi è in cerca del posto pubblico fa bene a barare, a spacciarsi per ciò che non è ! Tanto poi, una volta assunto nel ruolo che altrimenti non gli sarebbe spettato, potrà godere comunque dei benefici (anche economici) che sarebbero dovuti andare ad una figura ben più meritevole ed onesta… “

A quanto pare la “FERMEZZA E IL PUGNO DURO” annunciati a gran voce dal Sindaco Ghimenti non ci sono stati ed anzi si sono trasformati in un bel premio economico. Ci manca solo l’ABBRACCIO ACCADEMICO… – celia l’ennesima denuncia del gruppo UNITI PER CALCI – Noi crediamo che in una così triste vicenda per il Comune sarebbe stato necessario congelare tutto, perchè, parliamoci chiaro, i premi si assegnano per merito ed in questo caso non ci pare proprio che la fiducia sia stata ripagata”.

Rivolgiamo da ultimo il consueto appello al Sindaco Ghimenti – chiudono Lazzerini, Mangini, Mignani e Messerini – Questo è un ulteriore motivo per chiedere per l’ennesima volta le sue dimissioni. In un paese normale sarebbe già successo, faccia una cortesia a tutti… si dimetta”.

I Consiglieri comunali

Giulio Messerini, Valter Mignani, Maila Mangini, Paolo Lazzerini

Leave A Response »