LA FORZE DELL’ORDINE IN COMUNE A CALCI

L'Eco del Monte e del Padule 15 marzo 2017 0
LA FORZE DELL’ORDINE IN COMUNE A CALCI

ANCHE I CONSIGLIERI COMUNALI LO HANNO APPRESO SOLO DALLA STAMPA…” LAMENTA PAOLO LAZZERINI

Dopo che è apparsa la notizia sugli organi di stampa di un presunto accesso delle forze dell’ordine nel Comune, il gruppo consiliare Uniti per Calci ha chiesto un incontro urgente con il segretario generale Fulvio Spatarella e con il Sindaco per avere delucidazioni su quanto accaduto.

Ci siamo confrontati su una serie di questioni ancora aperte sulle quali notizie ed aggiornamenti tardano ad arrivare in maniera clamorosa – commenta il capogruppo della minoranza Paolo Lazzerini – il confronto ha assunto anche toni accesi perchè intendiamo garantire i diritti della cittadinanza ad essere informati, ma il fatto che l’amministrazione abbia taciuto fino alla reticenza la dice lunga sulla millantata trasparenza sbandierata dal Comune”.

Chiediamo scusa ai cittadini se non siamo riusciti a tenerli costantemente informati – proseguono i membri del gruppo consiliare UNITI PER CALCI – Ciò che sta accadendo fuori e dentro il palazzo comunale non ha precedenti, ma questa amministrazione è attivissima nel cercare di nascondere colpevolmente la verità”.

Solo dopo la nostra insistenza il Segretario Generale ed il Sindaco hanno dovuto confermare che la Polizia Giudiziaria ha fatto visita al Comune di Calci per acquisire della documentazione – vanno avanti nella denuncia Paolo Lazzerini, Valter Mignni, Maila Mangini e Giulio Messerini – Esiste il segreto istruttorio e per tale motivo non pretendiamo, al momento, di conoscere i motivi e le modalità di questa operazione…”

Pretendiamo però la massima trasparenza e l’informazione completa su tutto quello che accade all’interno del palazzo comunale” affermano con decisione.

Lo pretendiamo non solo noi, ma lo pretendono i calcesani e soprattutto quelli che ci hanno dato il mandato con il loro consenso nelle urne !!!”

La richiesta di riservatezza da parte degli organi investigativi, timidamente chiamata in causa dal Sindaco, non può in nessun caso rappresentare un valido motivo per non tenere informato il Consiglio – ripete Lazzerini – Il sindaco e la Giunta non dovrebbero MAI dimenticare di non essere gli unii inquilini della Casa Comunale, e che su eventi di tale portata E’ LORO OBBLIGO tenere informata la cittadinanza”.

Esiste un consiglio comunale di cui fa parte anche la Minoranza e il Sindaco ha il DOVERE di informare anche quella parte di elettorato che non si è schierata con lui”.

Il segretario Generale queste cose le conosce benissimo, ma questo Sindaco non è molto incline alla TRASPARENZA, ed allora di questo compito ce ne occuperemo noi – si sfogano nel comunicato inviato agli organi di stampa – La vicenda del falso architetto è ancora un capitolo aperto e l’ex responsabile dei lavori pubblici risulta tutt’oggi in malattia, nei suoi confronti non risulta esser stato preso alcun provvedimento disciplinare da parte del comune, ma in compenso gli è stato elargito un assurdo premio di produttività nonostante i danni procurati all’amministrazione per inadempienza” ricordano i quattro “aspettiamo forse che il dipendente vada in pensione e che tutte queste manovre cadano nel dimenticatoio ?” si chiedono.

Forse gli organi investigativi non sono dello stesso parere – concludono –

Noi crediamo che i cittadini, anche quelli che hanno dato fiducia a questo Sindaco, meritino trasparenza, e speriamo che il nuovo Assessore Lupetti, alla quale compete questa materia, si prodighi affinché quest’ultima venga messa in atto, visto che anche il sito istituzionale, alla sezione “Trasparenza Amministrativa”, in molti casi è aggiornato a qualche anno fa….”

Il Gruppo Consiliare Uniti per Calci

Paolo Lazzerini, Giulio Messerini, Valter Mignani e Maila Mangini

Leave A Response »