ALE & FRANZ AD ALTOPASCIO CON “INTERVISTA SPETTACOLO”

L'Eco del Monte e del Padule 20 luglio 2017 0
ALE & FRANZ AD ALTOPASCIO CON “INTERVISTA SPETTACOLO”

Comicità a trecentosessanta gradi venerdì 21 luglio 2017 alle 21,30 in Piazza Ricasoli ad Altopascio (Lucca) per il festival di cene e teatro Utopia del Buongusto.

Ale & Franz presentano “Intervista spettacolo”.

Eccezionalmente l’ingresso è gratuito, con cena presso la spaghetteria “La Loggia” a soli 15,00 €uro.

Informazioni e prenotazioni al 3280625881-3203667354.

Il programma completo del festival itinerante consultabile su www.guasconeteatro.it.

Venerdì, oltre alla irresistibile performance di “Ale & Franz”, da non perdere una visita alla chiesa di San Jacopo Maggiore, la Torre e il Campanile dell´antica Magione, una sosta presso la Riserva Naturale del Sibolla e una bruschetta con il pane più famoso d´Italia.

Ale & Franz” compongono una delle coppie che più ci ha fatto ridere dagli anni Novanta fino ad oggi, la più allegramente “umana”, la più esposta a fughe surreali e al teatro dell´assurdo, la più legata alla tradizione italiana dei Tognazzi e Vianello, dei mostri sacri quali Sordi, Gassman, Manfredi.

Qui si raccontano al pubblico anche rispondendo a domande, tra vecchi sketch, e vita reale.

Pippo Kennedy show”, “Mai dire goal”, “Buona la prima”, “Quelli che il calcio”, ma soprattutto “Zelig” dal 1999 sino ad oggi. E nel mezzo tanto teatro (di quello buono) ed incassi paurosi con il cinema.

Artisti geniali e generosi sono stati i paladini della nuova comicità surreale che diventa anche satira sociale. «Sono passati quasi 25 anni da quando abbiamo iniziato – spiegano i due – e ci sembra che tutto sia cambiato, noi, gli spettatori, il mondo il modo di ridere”.

Quando facevano i nostri primi spettacoli nel ’97 non c´era nemmeno il telefonino ora siamo invasi dai social e la società ne ha indubbiamente risentito”.

Se in meglio o in peggio sta al pubblico giudicare…

Un tempo se uno parlava per strada da solo era preso per pazzo – riprendono – Oggi pensi subito che sia al telefono con l´auricolare, però sono proprio questi aspetti che ci piacciono: vedere il paradosso nella normalità».

Leave A Response »