NEL GRANDE CIRCO DEI CAMPI SOLARI

L'Eco del Monte e del Padule 31 luglio 2017 0
NEL GRANDE CIRCO DEI CAMPI SOLARI

Una serata finale con strabilianti e grandiosi numeri quella proposta dai ragazzi dei campi solari comunali lo scorso Giovedì 27 Luglio a Fornacette, un’intera notte con il giardino delle scuole che si è infatti trasformato in un enorme tendone da circo che ha accolto gli oltre 90 bambini-artisti-acrobati-clown provenienti da ogni angolo del Mondo.

Ma non solo, perché al chiaro di luna si è ripercorsa anche tutta la vita del Pianeta Terra su una linea del tempo lunga ben quattro lenzuoli bianchi !

Uno spettacolo ludico-formativo che ha coinvolto bambini dai 3 ai 12 anni magistralmente diretti dalle animatrici e dagli animatori di Bubamara Teatro, un’esibizione che ha fatto il pieno di applausi ed ha intrattenuto e divertito per due ore e mezza.

E se i più piccoli hanno ripercorso la storia dell’umanità travestendosi da faraoni, da “Gioconda” e da Dante Alighieri, realizzando peraltro un magnifico sarcofago, quadri straordinariamente simili alla realtà e una “copia” della Divina Commedia, i più grandicelli hanno portato sul prato della scuola di via Morandi il grande baraccone del Circo.

Divisi in gruppi omogenei i ragazzi si sono suddivisi in diverse scuole circensi, quella indiana, quella russa, quella orientale, proponendo agli spettatori vere e proprie esibizioni circensi in un tendone realizzato completamente da loro!

Ecco allora lanciatori di coltelli, fachiri, incantatori di serpenti, virtuosi dei piatti rotanti che si sono alternati in una serie infinita di gag e sketch che hanno fatto sorridere tutti i presenti. E poi spazio a qualche gioco di abilità, stavolta senza trucchi, come il diablo, la trave, la camminata sui trampoli ed altro ancora.

Insomma uno spettacolo davvero bello, coinvolgente e grandioso per salutare la fine dei campi solari organizzati dal Comune di Calcinaia che hanno visto la partecipazione di tanti ragazzi pronti a divertirsi, creare e stupire i propri genitori.

Leave A Response »