Il “navicellaio”, un mestiere ormai scomparso, intervista ad un calcinaiolo DOC: Vinicio Gemmi

L'Eco del Monte e del Padule 31 dicembre 2017 0
Il “navicellaio”, un mestiere ormai scomparso, intervista ad un calcinaiolo DOC: Vinicio Gemmi

Una vita tra vele, coffe, cime e… “corbelli da portà sul groppone” !!!

Proponiamo in esclusiva su “L’Eco del monte e del padule”, la testimonianza di uno degli ultimi “navicellai” di Calcinaia, Vinicio Gemmi, un uomo che ha passato la vita tra coffe, cime e vele: a bordo del navicello di famiglia o imbarcato sull’Amerigo Vespucci – la nave scuola della Marina Militare Italiana –, coniugando le primarie necessità familiari con la passione per il mare.

Inforcando la sua bicicletta, Vinicio ogni giorno partiva da Calcinaia alla volta di Pisa per affrontare una ennesima sfiaccante giornata di lavoro, faticando a ritmi oggi impensabili ed insostenibili ma non tradendo mai il benchè minimo rimpianto, fiero di un passato che ormai va scomparendo finanche nelle menti di chi, come noi, avrebbe il dovere di tramandare certe gloriose tradizioni.

Mestieri, costumi e professioni che rischiano l’oblio, e che cerchiamo di rinverdire attraverso il mezzo più moderno per antonomasia: il PC e la “rete globale”.

Invitiamo di conseguenza coloro che hanno qualche testimonianza su certe tematiche, di prima o di seconda mano, a contattarci per poter proseguire nei nostri intenti, augurandoci che il passato dei nostri padri non vada perso nei meandri della memoria.

Per questa intervista particolare dobbiamo rivolgere il più sentito ringraziamento, oltre che naturalmente a Vinicio, puntuale e lucidissimo nel suo resoconto, a Luca Ciampi che ha avuto il merito di metterci in contatto con lui e guidarci nell’intervista.

FdV

 

Leave A Response »