Serchio esondato dagli argini, criticità diffuse in Garfagnana

L'Eco del Monte e del Padule 12 dicembre 2017 0
Serchio esondato dagli argini, criticità diffuse in Garfagnana

LUCCA, 12 dicembre – Lo stato di emergenza per la provincia di Lucca, in particolar modo per la zona della Garfagnana, è sotto attenta valutazione da parte della Giunta regionale, che sta valutando se dichiarare lo stato di emergenza regionale a causa delle piogge intense e delle violente raffiche di vento abbattutesi sul territorio nelle ultime ore.

Castelnuovo Garfagnana, Stazzema ed altre località limitrofe hanno pesantemente accusato le conseguenze dell’allarme rosso di ieri e che è proseguito nella mattinata odierna, come previsto dagli esperti della Protezione Civile.

Tutto ciò è emerso nell’incontro delle ore 13, tenuto nel palazzo Ducale di Lucca con il direttore della difesa del suolo della Regione Toscana Giovanni Massini, incaricato dal presidente Enrico Rossi, il presidente della Provincia di Lucca, Luca Menesini, e il prefetto di Lucca, Maria Laura Simonetti.

Tre le frazioni rimaste isolate a Castelnuovo Garfagnana, a causa di una frana che blocca l’accesso ai centri abitati. Percorso alternativo superiore ai 15 chilometri ed interventi urgenti in corso per il ripristino dei collegamenti essenziali.

A Stazzema è completamente collassato un versante del monte distante circa un chilometro dal centro abitato, che ha occupato la strada ed ostruito l’accesso al paese.

Altri interventi in corso per monitorare situazione sulla strada provinciale 38 per Coreglia Antelminelli: se non reggesse il muro di contenimento sulla carreggiata tutta la frazione resterebbe isolata, e si sta valutando come intervenire.

Anche Volognana, Vagli di Sotto e Borgo a Mozzano accusano grossi problemi, a causa fra l’altro dell’allagamento della sede stradale avvenuto alle 4,30 e provocato dal Serchio, all’altezza del Ponte del Diavolo sulla strada provinciale 12.

Anas e volontari della Protezione Civile al lavoro e riapertura della via di comunicazione in tarda mattinata.

Leave A Response »