MATTEO ARCENNI COMMENTA IL PROVVEDIMENTO DI CHIUSURA DI TRE LOCALI GESTITI DA EXTRACOMUNITARI A PONTEDERA

L'Eco del Monte e del Padule 5 febbraio 2018 0
MATTEO ARCENNI COMMENTA IL PROVVEDIMENTO DI CHIUSURA DI TRE LOCALI GESTITI DA EXTRACOMUNITARI A PONTEDERA

PONTEDERA, 5 febbraio – “L’ordinanza dell’amministrazione che obbliga tre locali, due Kebab e un bar gestito da cinesi, alla chiusura entro le 19,30 e a non servire alcool dopo le 13 per due mesi, è lo specchio della schizofrenia che contraddistingue non solo la giunta che amministra Pontedera, ma anche l’intera area di centrosinistra, a livello nazionale” è quanto sostiene Matteo Arcenni, esponente politico del gruppo CENTRO DESTRA VALDERA in una nota inviata alla nostra redazione.

“Prima si dice che Pontedera è la città dell’integrazione e dell’aggregazione, la città che scommette sulla sana convivenza tra etnie diverse, poi si arriva a chiudere tre attività per evitare la furia di un gruppo di magrebini che negli ultimi mesi ha messo a ferro e fuoco la città” prosegue Arcenni.

“Si dice che Pontedera è la città del commercio, dove chi sceglie di mettersi in gioco a livello imprenditoriale viene accolto a braccia aperte, ma poi il problema della microcriminalità in centro si risolve negando una parte d’incasso a tre esercizi pubblici”.

“In sostanza si afferma tutto e il contrario di tutto. Tutto ciò testimonia quanto l’ordine pubblico sia completamente scivolato via dalle mani dell’amministrazione, sempre più costretta a rivolgersi alle forze dell’ordine chiedendo maggiori controlli e pattugliamenti insistenti”.

“L’integrazione ieri era un fiore all’occhiello per il sindaco Simone Millozzi e la sua squadra di governo, oggi è un fastidioso problema da risolvere in fretta. E soprattutto i problemi correlati all’immigrazione selvaggia stanno penalizzando chi ha scelto di fare un investimento in città”.
Matteo Arcenni
Centro destra Valdera

Leave A Response »