Per la rassegna “Teatro Liquido” uno sguardo sull’alluvione del ’66.

L'Eco del Monte e del Padule 1 febbraio 2018 0
Per la rassegna “Teatro Liquido” uno sguardo sull’alluvione del ’66.

In scena Alberto Severi con “Fincostassù”

Uno sguardo in prosa sull’alluvione del ’66, nella rassegna “Teatro Liquido” di Guascone Teatro.

Sabato 3 febbraio 2018 alle 21,30, al Teatro delle Sfide di Bientina (Pisa), in Via XX settembre 30, Alberto Severi mette in scena il suo “Fincostassù”.

Una produzione di Br/io Diviso/Archetipo.

 

Alberto Severi voce e volto del Tgr e drammaturgo di grande sagacia ed ironia, riflette sull’alluvione del ’66 che arrivò “Fincostassù”, come dicono i fiorentini indicando, quasi con orgoglio ai “forestieri”, le lapidi apposte sui muri del centro storico.

L’espressione semi-dialettale diventa qui il titolo e il pretesto, per una sorta di spartito a più voci per attore solo, trascinato a testimoniare le varie fasi della catastrofe. Assumendo di volta in volta l’identità di traghettatore beone o di sommesso eroe dell’acquedotto, di acida bottegaia o di cacciatore spaccone, di pittore dongiovanni o di pretino di curia, di rigattiere filosofo o di ciarliera moglie dell’orefice di Ponte Vecchio. Un affresco corale di una toscana che non c’è più ma della quale raccogliamo e portiamo avanti l’eredità umana.

All’interno della quarta stagione (edizione 2017/2018) del “Teatro Liquido” di Guascone Teatro, ovvero “Utopia del Buongusto” (il festival estivo) in tempi freddi. Occasione allegra per star bene, essere attraversati da bei pensieri e migliorarsi la vita. Direzione artistica di Andrea Kaemmerle.

Informazioni 328 0625881 e 3203667354, [email protected], www.guasconeteatro.it. Biglietti: 10 euro intero – 8 euro ridotto.

«Con questo e tanti altri spettacoli in calendario, entrate con noi nel 12° anno di sfide – spiega il direttore artistico, Andrea Kaemmerle – 12 anni di spettacoli da tutto il mondo. Fatevi una scorpacciata di grandi spettacoli portati in scena da artisti che hanno fatto e stanno facendo la storia del teatro di Italia. Il Teatro Delle sfide di Bientina è dalla sua nascita uno spazio confortevole ed accogliente, un luogo ottimo per crescere sogni, seminare pensieri belli e raccogliere enormi dosi di allegria. Anche questa edizione è il risultato di un miracolo fatto di complicità e scommesse portato alla luce da molti moschettieri: le compagnie e gli artisti che continuano a pensare Bientina come una teatro importante, la famiglia Guascone che pedala in salita e ridacchia delle difficoltà e come sempre l’amministrazione comunale che investendo in cultura tenta di migliorare il futuro di tutti».

Leave A Response »