Bientina approva il bilancio di previsione 2018-2010 nei termini di legge

L'Eco del Monte e del Padule 2 marzo 2018 0
Bientina approva il bilancio di previsione 2018-2010 nei termini di legge

Il consigliere delegato al bilancio DOMENICO BERTI e il sindaco di Bientina DARIO CARMASSI 

BIENTINA (PI) 2 MARZO – È stato approvato nel corso della seduta del consiglio comunale di mercoledì 28 febbraio il bilancio di previsione 2018-2020 del comune di Bientina, con 8 voti favorevoli, un astenuto e 3 contrari. A votare a favore del provvedimento sono state tutte le forze di maggioranza, si è astenuto il consigliere Gianluca Vincenti mentre i voti contrari sono stati quelli di Alfredo Martelloni, Matilde Pagni e Gianni Gabbani.

Un passaggio molto importante per il sindaco Dario Carmassi, al suo primo mandato, perché si tratta dell’approvazione del primo bilancio di previsione dell’amministrazione eletta a giugno 2017.

Nel corso della seduta è stato approvato il piano triennale dei lavori pubblici e quello delle alienazioni e delle valorizzazioni del patrimonio comunale 2018-2020. Sono state anche confermate le aliquote e le detrazioni previste per l’Imposta municipale propria (Imu) e quella dell’addizionale comunale Irpef per l’anno 2018. Non ci saranno, quindi, aumenti né per i cittadini né per le aziende. Inoltre, sono stati approvati il piano finanziario e le tariffe Tari per l’anno 2018, che invece hanno subito alcune variazioni.

«È stato un consiglio ordinato. La maggioranza è stata compatta, alcuni aspetti sono stati discussi con le minoranze. Eppure non ci sono stati soltanto dei voti contrari ma anche degli astenuti» sottolinea il sindaco, Dario Carmassi.

Per quanto riguarda le tariffe, sono rimaste invariate rispetto al 2017 le imposte proprie del Comune (Imu, Tosap e Irpef), così come le esenzioni e le riduzioni previste. A causa di un aumento del piano finanziario di Geofor (gestore del servizio di smaltimento dei rifiuti, per il quale il Comune svolge sostanzialmente la funzione di “sostituto di imposta”) è stato necessario aumentare la tariffa della Tari (Tassa sui rifiuti). In questo caso, la variazione andrà dallo 0 al 7/8% a seconda delle utenze.

Allo stesso tempo, nel piano delle opere pubbliche, viene finanziata e messa a bilancio la costruzione di una apposita stazione di raccolta dei rifiuti, ormai necessaria e utile per il conferimento dei rifiuti ingombranti.

Resteranno invariati per il 2018 anche i contributi richiesti per i servizi a domanda individuale: 2,50 euro a pasto per il servizio di refezione scolastica e 15 euro (circa 50 centesimi al giorno) per quello di trasporto scolastico, con fermate porta a porta per i ragazzi che ne usufruiscono.

«Il nostro obiettivo è stato anche quello di incrementare il livello scolastico – dice il sindaco – Per questo abbiamo investito nella scuola con la realizzazione di un’area multimediale. Inoltre, abbiamo deciso di ampliare gli investimenti nel settore cultura, andando a raddoppiare gli orari di apertura della biblioteca comunale e avviando il progetto di spostamento del Museo etrusco e della storia del territorio all’interno della Torre civica».

«Il bilancio dell’amministrazione ha significato la presa in carico di alcune decisioni: quella di mantenere invariato il welfare a Bientina – sottolinea Carmassi – ma anche quelle di dare una spinta propositiva all’ambito culturale e di andare a finanziare opere di utilità pubblica come sono la stazione ecologica, un nuovo centro sociale per anziani e una pista ciclabile in via del Monte. Per ottenere questi obiettivi, però, è necessario attuare costanti verifiche sullo stato di evasione dei tributi comunali e sull’evasione degli anni precedenti. Infine, con operazioni di marketing territoriale, confidiamo di riuscire ad ottenere un buon risultato anche dagli oneri relativi all’edilizia

Leave A Response »