Orti sociali per anziani: a Pontedera consegnati gli appezzamenti ai nuovi ortolani

L'Eco del Monte e del Padule 20 aprile 2018 0
Orti sociali per anziani: a Pontedera consegnati gli appezzamenti ai nuovi ortolani

L’assessore Marco Cecchi: “Una positiva esperienza ventennale da proseguire ed ampliare”

PONTEDERA, 20 aprile – Oggi, accolti da una piccola cerimonia di benvenuto, hanno fatto il loro ufficiale ingresso negli orti sociali del Comune di Pontedera altri cinque anziani: Bruno Cantini, Lamberto Cafaggi, Gaetano Esposito, Rolando Bartolini e Norberto Nannini.

Gli “Orti sociali per Anziani”, una esperienza che va avanti a Pontedera dagli anni 90, con l’intento di offrire ai residenti la possibilità di vivere la terza età in modo più attivo, prosegue in modo continuativo riuscendo a soddisfare tutte le domande pervenute senza lasciare incolto nessuno dei 70 appezzamenti.

La richiesta di assegnazione di uno dei terreni può essere presentata su apposito modulo da ritirare e riconsegnare presso l’Urp (Ufficio relazioni con il pubblico) del Comune di Pontedera. I requisiti per l’accesso sono i seguenti: residenza nel comune, status di pensionato, età minima 55 anni (punteggio di priorità a chi ha 85 anni e oltre), assenza di proprietà di altri terreni, idoneità fisica che permetta la gestione del proprio orto.

Alla cerimonia di consegna dei relativi contratti in concessione degli orti hanno preso parte l’assessore alle politiche sociali Marco Cecchi e la responsabile comunale Ilenia Lari. “L’esperienza degli orti prosegue e si allarga a nuove forme di collaborazione e socializzazione – ha spiegato Marco Cecchi -. Da aprile è stata sottoscritta una Convenzione tra l’Associazione che gestisce gli orti del Romito e l’Ufficio Esecuzioni Penali Esterne di Pisa per lo svolgimento di lavori di pubblica utilità e di volontariato. Inoltre vogliamo coinvolgere le Associazioni dei pensionati nella discussione del Regolamento di Assegnazione e di Gestione degli Orti in modo da valutare insieme tutte le novità che, dopo vent’anni, è giusto apportare nella vita di questa bella comunità”.

Leave A Response »