“Ancora furti a Pontedera, ora basta !” grida il Centro-destra “Ora basta ! Il terrore dilaga in città !!!”

L'Eco del Monte e del Padule 8 agosto 2018 0
“Ancora furti a Pontedera, ora basta !” grida il Centro-destra “Ora basta ! Il terrore dilaga in città !!!”

Un punto vendita di una nota compagnia telefonica in piazza Martiri della Libertà, nel cuore del centro storico. Quindi il furto nel negozio di biciclette Iacopini, in zona Stazione”.

Non è la sintesi parziale di un bollettino di guerra, ma solo gli ultimi due schiaffi della criminalità al commercio cittadino, affermano Matteo Arcenni e Matteo Bagnoli, esponenti di “Fratelli d’Italia” e del centro-destra della Valdera.

Colpi decisi, che lasciano ferite profonde. Migliaia di euro tra merce rubata e danni agli immobili” proseguono i due nell’amara disamina di una situazione che, a parer loro, sembra essere al limite.

Solamente pochi giorni fa, il sindaco di Pontedera Simone Millozzi, si scagliò contro il centrodestra della Valdera, come se il problema fosse l’esistenza di una parte politica discorde dalle sue posizioni. Come se il nemico da combattere fosse l’opposizione, e non un clima di estrema preoccupazione, di terrore verrebbe da dire se non fossimo restii ad usare toni troppo allarmistici, alimentato da persone che spesso e volentieri non hanno documenti, delinquenti che sguazzano sul nostro territorio seminando paura e costringendo le madri a non mandare in giro i figli e le figlie dopo una certa ora della sera”.

Questi loschi individui spargono sconforto tra i commercianti, sempre più spesso costretti a mettere mano al portafoglio per nuove vetrine, nuove serrature e nuovi impianti d’allarme, a denunciare l’ennesimo furto o tentativo di furto con la pressochè amara certezza che il responsabile (o i responsabili) non saranno consegnati alla giustizia”.

Ma per la giunta comunale il problema è l’opposizione” sostengono Bagnoli e Arcenni.

Il problema di Pontedera è quello di mettere a tacere chi la pensa diversamente dall’Amministrazione, la stessa Amministrazione che ha consegnato Pontedera al degrado e alla malavita”.

Riteniamo superfluo, se non inutile, elencare i milioni di €uro spesi nel Dente Piaggio e negli asfalti nuovi di zecca, perché al turista che per un caso fortuito dovesse capitare a Pontedera, o al pendolare che suo malgrado Pontedera è costretto a frequentarla, importa ben poco del Dente Piaggio o del manto stradale testè rifatto, se appena sceso dal treno viene “ripulito” dal delinquente di turno” è il ragionamento di Arcenni.

Ai cittadini poco interessa se mentre mangiano un gelato in una traversa di corso Matteotti inciampano in un grappolo di siringhe” aggiunge Bagnoli “Il problema di Pontedera è ben chiaro e non più procrstinabile: per le scelte politiche di Millozzi & Co. la città è precipitata in un vortice dilagante di seria preoccupazione che potrebbe scivolare nel terrore e dare adito a reazioni inconsulte da parte di chi si sente minacciato nei propri beni e nei propri interessi” denunciano.

Tutte eventualità che sinceramente e convintamente aborriamo, ma che avrebbero l’ulteriore ed inevitabile seguito di ridicole manifestazioni antirazziste e legalitarie sponsorizzate dai centri sociali, comitati civici e forze della sinistra o da quel che ne rimane” azzardano i due.

Se fosse coerente, il sindaco Millozzi ammetterebbe i propri errori, invece di scagliarsi contro di noi chiederebbe scusa a tutti i pontederesi e proverebbe ad arginare, sempre tardivamente, la delinquenza che ormai a Pontedera regna sovrana” concludono.

Matteo Arcenni e Matteo Bagnoli

fratelli d’italia centro destra valdera

Leave A Response »