Si chiude l’edizione 2018 di “R estate a Pontedera”. Il bilancio di Confesercenti, che della rassegna è stata motrice

L'Eco del Monte e del Padule 2 agosto 2018 0
Si chiude l’edizione 2018 di “R estate a Pontedera”. Il bilancio di Confesercenti, che della rassegna è stata motrice

Il nostro bilancio sul cartellone che ha animato il mese di luglio è più che positivo – confessa Luca Sardelli presidente Confesercenti Valdera – Un giudizio che non è assolutamente politico, ma che viene “dal campo”, ed ascolta i commercianti”.

Il bilancio degli eventi che hanno animato il luglio pontederese, e che hanno visto l’amministrazione comunale collaborare con delle associazioni di categoria e le forze propositive del comprensorio, ha ampiamente soddisfatto chi nella kermesse ha creduto fin dall’inizio.

Crediamo che questa edizione sia pienamente riuscita – aggiunge Sardelli – Le varie iniziative hanno funzionato portando tanta gente nelle strade del centro con i negozi aperti fino a mezzanotte”.

Anche in questo torrido mese di luglio Pontedera ha offerto commercialmente una gran bella immagine di se’.

Certamente dobbiamo rendere merito alle altre iniziative, prima tra tutte la mostra organizzata da Il Tirreno sulle maglie delle Nazionali di calcio, che hanno fatto sicuramente da volano nelrendere appetibile l’offerta collettiva, ma dobbiamo essere soddisfatti e da qui ripartire per rendere il 2019 ancora più imperdibile” dice ancora Sardelli.

Il finale di cartellone ha visto qualche polemica sull’ultimo evento, il mercatino in via Guerrazzi e piazza della Concordia – ammette il Presidente di Confesercenti “Ma le polemiche le lasciamo agli altri, perchè non portano da nessuna parte e rischiano di far dimenticare quanto di buono abbiamo tratto da questa esperienza”.

Noi di Confesercenti rispondiamo con i fatti come abbiamo sempre preferito fare – spiega – Questo ultimo mercatino era stato fortemente voluto dalle due associazioni per animare una zona che spesso rimane ai margini di eventi o iniziative, e la data del 26 luglio è saltata per motivi tecnici. Francamente rinviarlo a settembre sembrava una proposta fuori luogo visto che era già stato inserito nel cartellone” continua Sardelli.

Confesercenti ha fatto solamente il proprio lavoro – incalza – Ha interpellato i commercianti ed ha cercato di adottare la soluzione migliore, indicata da loro stessi nella data del 31 luglio”.

Quello che conta veramente è che grazie al supporto dell’amministrazione comunale siamo riusciti a mettere in piedi un mercatino in pochi giorni, un appuntamento che ha soddisfatto clienti e commercianti” riassume.

A prescindere dalle polemiche, lamentele e supposte responsabilità, ribadiamo con forza che Confesercenti lavora sempre nell’interesse degli imprenditori e della collettività”. conclude Sardelli.

CONFESERCENTI TOSCANA NORD

Leave A Response »