L’abbattimento dei pini lascia un vuoto incolmabile negli animi dei bientinesi

L'Eco del Monte e del Padule 8 novembre 2018 0
L’abbattimento dei pini lascia un vuoto incolmabile negli animi dei bientinesi

BIENTINA, 8 novembre 2018 – I pini di piazza Martiri della libertà a Bientina sono stati abbattuti. Un trauma per i bientinesi di ogni età, dato che i cittadini del paese di San Valentino si erano ormai abituati alla confortante presenza degli alberi, generosi in estate nel donare un’ombra imprescindibile per godere in tutta tranquillità una “puntatina in paese” ed intimamente legati allo svago ed ai vantaggi di abitare e vivere in un centro periferico ancora a misura d’uomo. Ne è testimonianza il post pubblicato dal sindaco Dario Carmassi, costretto dall’instabilità dei fusti e delle ramificazioni dei pini a prendere una decisione dolorosa ma necessaria.

Prendere la decisione di tagliare i pini non è stato facile – scrive il sindaco – Erano precari già da anni, qualche avvertimento lo avevano dato, ma tagliare un albero non è una cosa che si può fare a cuor leggero. Eppure il rischio di danni a cose o persone è più forte di ogni altra considerazione”.

“Questo luogo di Bientina nei decenni è cambiato spesso, come è cambiato il paese – prosegue. “Cambierà ancora, presto saranno piantati nuovi e diversi alberi; il legno migliore dei vecchi pini diventerà una staccionata per dividere l’area dei giochi dalla strada; verranno aggiunti e sistemati i giochi e gli arredi urbani, il marciapiede e l’asfalto divelto dalle radici. Sarà ancora una piazza viva e frequentata, ne sono certo – riflette Dario Carmassi.

“Però non vogliamo che la memoria delle sue tante trasformazioni si perda – si augura – È giusto raccoglierla, organizzarla e renderla disponibile”.

“Per questo abbiamo iniziato a chiedere foto, immagini, cartoline, testimonianze di vario genere – invita la cittadinanza – Le metteremo insieme e ne faremo una mostra, prima fisica e poi virtuale. Per tutti”.

“Chi custodisce qualcosa che potrebbe aiutarci, può aderire a questa iniziativa. La comunità ne sarà grata”.

Leave A Response »