Si è svolta la prima tappa di “camminando con Pisa nel cuore”.

L'Eco del Monte e del Padule 13 novembre 2018 0
Si è svolta la prima tappa di “camminando con Pisa nel cuore”.

PISA, 13 novembre 2018Quello dello scorso sabato 20 novembre è stato un evento veramente partecipatissimo, la prima tappa di “Camminando con Pisa nel Cuore” che si è tenuto nella città della torre pendente in zona Piagge, San Biagio e Cisanello, con migliaia di cittadini interessati, che hanno camminato con l’assessore Raffaele Latrofa e il capogruppo in consiglio comunale Gino Mannocci, partecipando anche in modo attivo all’iniziativa, con richieste e proposte.

Raffaele Latrofa, assessore al verde urbano e ai lavori pubblici del comune di Pisa, ha presentato i progetti che saranno attuati a breve.

Grazie al governo di Roma che ha sbloccato i fondi, nonostante le notizie contradditorie che ormai circolano in rete, veicolati da soggetti interessati alla propaganda “post-elettorale”, i 20 milioni di €uro sono a disposizione dell’amministrazione guidata da Michele Contimolto si potrà fare per la città: ne beneficeranno il decoro urbano, le scuole, il litorale e le periferie. Presto, con la sistemazione di piazze e rotatorie, potremo dire addio alle brutture e ai dissesti a cui l’amministrazione precedente aveva condannato Pisa e i pisani.

E finalmente si useranno i 2.600.000 euro di tassa di scopo (fatta pagare dal PD come tributo extra ai cittadini pisani, uno dei pochi casi in Italia), mai utilizzati.

La passeggiata, organizzata da Imma Calzone, è partita dal Tondo ed è proseguita per il Viale delle Piagge, Via Maccatella, Via Mariscoglio, Via Puglia, Via di Nudo, Via Basilicata, Via Campania, Via Calabria, Via delle Torri, Via San Biagio, Via Filippo Mazzei. Infine, da Via San Biagio, la comitiva è tornata al Tondo, dove l’incontro si è concluso con un momento conviviale presso il bar Lilli.

Pisa nel cuore ha sempre creduto nel rapporto con i singoli cittadini, che con le sue varie iniziative, da quando si è costituita, ha incontrato a più riprese. È una lista civica nata nei quartieri e quindi non si dimenticherà mai di frequentarli; crede infatti che gli amministratori di una città non debbano stare chiusi nei palazzi, ma uscire e ascoltare le esigenze dei cittadini. Per troppi anni i pisani si sono sentiti abbandonati da chi li amministrava. (A.B.F.)

Leave A Response »