A Pontedera confermato il protocollo di intesa tra Comune e sindacati sul bilancio

L'Eco del Monte e del Padule 19 febbraio 2019 0
A Pontedera confermato il protocollo di intesa tra Comune e sindacati sul bilancio

Confermata la concertazione che va avanti da anni

PONTEDERA, 18 FEBBRAIO 2019 – L’Amministrazione Comunale di Pontedera ha voluto confermare anche quest’anno la concertazione con i sindacati, per la stesura del Bilancio di previsione 2019.

L’Amministrazione, rappresentata dal Sindaco Simone Millozzi, e le organizzazioni sindacali Cgil, Cisl, Uil, rappresentate da Maria Borsò, Paolo Graziani e Fabio Carmignani (Cgil) Dario Campera e Dino Tamburini (Cisl) Fiore Giuntinelli (Uil), hanno proceduto – anche per quest’anno – alla sottoscrizione del protocollo di intesa sul bilancio 2019 del Comune.

In dieci anni non è mai mancata la concertazione tra il Comune e i sindacati sul Bilancio di Previsione: si è trattato di un passaggio qualificante di questa amministrazione che ha avuto anche il fine di ottenere migliori e più efficienti servizi ai cittadini. L’Amministrazione Comunale ha voluto così riconoscere il ruolo importante esercitato dai sindacati: c’è stato un confronto sempre corretto e basato su una chiara distinzione dei ruoli, ma comunque animato da uno spirito costruttivo teso a migliorare la qualità di vita della città.

Da parte loro per gli stessi sindacati hanno riconosciuto che molte delle loro richieste sono state recepite, in maniera più o meno compiuta, ma sempre con un disegno concordato con l’Amministrazione Comunale e con uno spirito di reciproca collaborazione, e si augurano che questo dialogo possa continuare anche con l’Amministrazione che subentrerà dopo maggio.

Nell’accordo si affrontano le tematiche relative alle politiche sociali, educative, abitative e di aiuto alla famiglia, i temi della lotta all’evasione fiscale, le politiche fiscali, le politiche sui rifiuti, investimenti e pagamenti e della sicurezza sociale.

Nell’intesa si fa riferimento a quanto è stato fatto e quanto ancora può essere realizzato nel segno di una comunità più equa, giusta e solidale.

Leave A Response »