L’Arte spiegata dai vandali

L'Eco del Monte e del Padule 22 marzo 2019 0
L’Arte spiegata dai vandali

CASCINA, 22 MARZO 2019 – L’arte spiegata dai vandali. Esce il nuovo volume di Luca Nannipieri, critico d’arte e volto televisivo, nella collana dei Classici di Casa Nannipieri Arte, con il sostegno del Gruppo Forti Holding.

L’arte può essere avvicinata e illustrata in vari modi: uno dei più singolari è quello che propone il critico Nannipieri con questo secondo volume della collana, dedicato a Picasso: rileggere i capolavori attraverso i vandali che li hanno sfregiati

Dopo il primo volume dedicato a Keith Haring, genio e strumento della globalizzazione, e in attesa che escano i prossimi su Andy Warhol, Banksy e Anselm Kiefer, il secondo volume della collana è rivolto all’artista più noto del Novecento, Pablo Picasso, rivisto attraverso l’inedita “spiegazione” degli atti criminali che la Guernica ha patito. 

Il furto della Gioconda, la Pietà di Michelangelo presa a picconate, Lo Sposalizio della Vergine di Raffaello colpito con un pugnale, l’Orinatoio di Duchamp macchiato dall’urina, la Sirenetta di Copenhagen decapitata, la Guernica di Picasso imbrattata dalle scritte: tutti questi atti criminali, così come molti altri, sono la prova della potenza simbolica e sacrale dei capolavori. L’arte può essere spiegata anche attraverso gli atti delinquenziali che subisce.

Scrive Nannipieri: “E’ possibile individuare un elenco di almeno 10 evidenze che scaturiscono attorno all’atto vandalico e che, paradossalmente, illuminano molti aspetti sia dell’arte sia della violenza che le piomba addosso.

Il vandalismo spiega in modo inconsueto l’arte perché brutalmente – con la frontalità e la durezza del gesto – chiarisce alcune questioni profonde, che solo attraverso l’offesa plateale dell’azione criminogena si rivelano“.

Luca Nannipieri, critico d’arte, cura la rubrica “Capolavori rubati” al Caffè di RaiUno, dopo aver condotto “SOS Patrimonio artistico” sempre al Caffè di UnoMattina. Da poco uscito il volume “Il tesoro più grande” scritto dall’autore con i maggiori direttori dei musei italiani, prodotto dalla Fondazione Hruby. Il suo libro, “Bellissima Italia”, pubblicato dalla Rai, ripercorre il viaggio televisivo tra gli splendori e le miserie dell’arte italiana.

Leave A Response »