Uniti per Calcinaia: “Ascoltare le persone, riempire le piazze e contrastare chi semina odio verso una deriva autoritaria”

L'Eco del Monte e del Padule 20 marzo 2019 0
Uniti per Calcinaia: “Ascoltare le persone, riempire le piazze e contrastare chi semina odio verso una deriva autoritaria”

Tante le proposte ricevute nella costruzione di un programma partecipato dai cittadini e un appello:”no alla diffusione di odio e violenza”.

CALCINAIA, 20 marzo 2019 – Viabilità, ambiente, lavoro ed equità tributaria. E ancora, contrasto all’odio e alla violenza. Hanno le idee chiare i cittadini che ieri sera a Fornacette hanno preso parte all’assemblea pubblica della lista “Uniti per Calcinaia” condividendo idee, progetti e richieste.

Un primo passo concreto cui seguiranno altre iniziative: l’idea – emersa proprio dal confronto con la popolazione – è di organizzare tavoli tematici per far sì che il programma venga davvero costruito in sinergia con le persone.
Aggregare, non dividere.

E la convergenza tra le esigenze manifestate dalle persone e i 4 macro-argomenti (sviluppo sostenibile e valorizzazione del territorio; cultura e istruzione; inclusione, sicurezza sociale e
associazionismo; ambiente) individuati dalla lista che vede candidato sindaco Cristiano Alderigi appare chiara: maggiori servizi legati alla viabilità, completando le ciclopiste già messe in cantiere
dall’amministrazione uscente. Recupero ambientale di quanto già presente sul territorio. E poi lo smaltimento del traffico che ingolfa i principali snodi del territorio.

Più incontri nelle piazze.
Senza dimenticare associazionismo – dove l’esigenza è quella di creare una consulta che possa coordinare le differenti realtà – e il sociale, da sostenere attraverso azioni concrete.

«Noi crediamo che così si costruisca un programma – ha sottolineato Cristiano Alderigi, candidato sindaco di “Uniti per Calcinaia” – portandolo all’attenzione dei cittadini. Condividendo con loro idee di massima e ricevendo le loro impressioni per andare a completare, punto per punto, un programma che appartenga davvero a tutti e che determinerà il corso del mandato dei prossimi cinque anni».
Proposte concrete e non solo. Tra i tanti interventi e pensieri condivisi anche l’auspicio – manifestato apertamente dai presenti – che il comune non cada nelle mani di quanti seminano odio.
Un appello accolto da Alderigi: «Riempiremo le piazze al vostro fianco – ha rassicurato – a presidio del territorio. Contrasteremo chiunque voglia diffondere la paura attraverso una propaganda becera. Ci opporremo a ogni forma di odio e cattiveria, sentimenti che spingono pericolosamente il paese verso una deriva autoritaria dai contorni fascisti».
Tra le altre idee emerse, nuove sedi per le associazioni, aree di
sgambamento cani e – puntando sempre più in alto – un auditorium per iniziative culturali e non solo. Sono questi alcuni dei desideri di tutti coloro che voglio continuare a far crescere il territorio. Che vogliono viverlo e sentirlo loro. «Dobbiamo tornare a emozionarci, a coinvolgerci l’un l’altro – l’invito di Flavio Tani, a fianco di Cristiano Alderigi in questa campagna elettorale – sono le persone a fare la differenza».
Molte le richieste e le proposte messe sul tavolo alla fine della serata. Pensieri che – passo dopo passo – vanno a definire i contorni della strada da perseguire.

Leave A Response »