Intervista ad Alessandra Marianelli, astro nascente della lirica italiana In scena venerdì 12 luglio alle ore 21 presso Museo della ceramica P.zza L. Montalcini. (Ingresso gratuito)

L'Eco del Monte e del Padule 12 luglio 2019 0
Intervista ad Alessandra Marianelli, astro nascente della lirica italiana In scena venerdì 12 luglio alle ore 21 presso Museo della ceramica P.zza L. Montalcini. (Ingresso gratuito)

CALCINAIA, 12 luglio 2019 – Alessandra Marianelli, una delle voci più prestigiose della Lirica Italiana, ha accettato la proposta del Comune di Calcinaia di cantare nella la città dove ha vissuto in passato. Sarà accompagnata al pianoforte dal Maestro Alessandro Lanini.
Alessandra Marianelli ha calcato grandi Teatri nazionali e Internazionali ed è appena rientrata
dall’Egitto dove si è esibita accanto ad Andrea Bocelli.
Seppur giovanissima è conosciuta ormai in tutto il mondo: come reagisce una ragazza così giovane a tanto successo?
Chiaramente sono lusingata dal fatto di avere riscontri positivi alle mie performance vocali perché
si tratta di una risposta a tutti i sacrifici che un cantante deve fare per arrivare ad esibirsi su un
palcoscenico e agli anni di studio che, per quanto mi riguarda, ho ormai intrapreso dall’età di 12
anni. Non per questo è giusto adagiarsi sugli allori, ma, al contrario, le conferme sono un incentivo
ad andare avanti, a continuare a studiare musicalmente e vocalmente per avvicinarmi sempre di più
a quell’ideale musicale che, per forza di cose, non ho ancora raggiunto ma che è in totale e continuo
divenire. Per fare questo, per migliorarsi, ci vogliono molti sacrifici e molto impegno, che, nel mio
caso, rappresentano un’esperienza ormai quasi ventennale.
Una cantante giovane come lei, come reagisce a tanto successo?
Ovviamente sono felice che voi mi parliate di successo, ma io ho sempre pensato al canto, in primo
luogo, come a una passione che poi gradualmente si è trasformata in lavoro e per questo motivo,
senza chiaramente trascurare le soddisfazioni di questo mestiere, il primo pensiero è sempre e
comunque il cantare e lavorare nel più professionale dei modi, a prescindere dal successo che può
derivarne.
In pochissimi anni si è affermata in ruoli prestigiosi che negli anni sono stati ricoperti da
autentiche “star” della lirica: come ha progettato o come vorrebbe che fosse il suo futuro
artistico ?
Spero sinceramente e vivamente che il mio futuro artistico sia innanzitutto longevo e poi sempre più
ricco di nuovi ruoli stimolanti dal punto di vista musicale, vocale e attoriale e,di conseguenza a
questo, maturare e essere sempre più consapevole di ciò che andrò a cantare e interpretare. Spero
poi di riuscire a farmi conoscere nei teatri in cui non ho ancora avuto la possibilità e il piacere di
cantare.
Sarà accompagnata da un pianista toscano, Pontederese per la precisione.
L’arte dell’accompagnamento al pianoforte è estremamente raffinata; non basta il pianista con
l’ottima tecnica ad accompagnare un cantante; deve conoscere proprio tutto, come un direttore
d’orchestra, e non deve avere nessuna difficoltà a riconoscere gli stili dei vari compositori. Con il
Maestro Alessandro Lanini ho già collaborato in passato ed è in possesso di questi requisiti.

 

Leave A Response »