Rimborso per abbonamento telefonico a 28 giorni, Le compagnie coinvolte offrono servizi non richiesti invece che soldi (ovviamente), AECI proverà ad aiutare i consumatori

L'Eco del Monte e del Padule 28 agosto 2019 0
Rimborso per abbonamento telefonico a 28 giorni, Le compagnie coinvolte offrono servizi non richiesti invece che soldi (ovviamente), AECI proverà ad aiutare i consumatori

28 agosto 2019 – Dopo che le varie compagnie telefoniche hanno bellamente “truffato” milioni di consumatori tra il giugno 2017 e il aprile 2018 (si parla di 72 milioni di utenze…), e dopo che sono stati respinti i ricorsi di Fastweb, Vodafone e Wind-Tre, tutti dovranno rimborsare i clienti coinvolti, e immancabilmente TUTTI si sono organizzati per rendere praticamente impossibile l’ottenimento delle cifre spettanti ai consumatori.

A inizio agosto Wind e Vodafone hanno predisposto un modulo online, Tim propone tutta una serie di offerte pari al valore del rimborso (e per chi non è interessato rinvia alla procedura di conciliazione), Fastweb non ha ancora dato particolari indicazioni.

E’ ovvia l’intenzione di liquidare il minor numero di utenze possibili, anche perché con somme prevedibili tra i 30 e i 60 €uro per ogni rimborso è fin troppo facile prevedere un serio imbarazzo per ogni singola compagnia.

AECI quindi si rende disponibile a indirizzare e coadiuvare chi ne avesse diritto nelle procedure di rimborso attraverso la propria rete, sottoscrivendo un tesseramento “mirato” a questa particolare procedura – tesseramento che in seguito potrà essere esteso a tutti gli altri servizi AECI.

Potrete rivolgervi alla sede AECI di Cascina (in corso Matteotti 88, al piano terreno del Municipio, tutti i giorni dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 12:30), muniti dell’eventuale comunicazione ricevuta dalla compagnia telefonica di riferimento, di documento d’identità e di codice fiscale per poter effettuare l’iscrizione.

Leave A Response »