Come si sono ridotti a Cascina i costi della politica

L'Eco del Monte e del Padule 6 marzo 2019 0
Come si sono ridotti a Cascina i costi della politica

26.000 €uro in meno solo di bollette telefoniche

CASCINA, 6 marzo 2019 – Le dichiarazioni di Dario Rollo, assessore al bilancio e vicesindaco del comune di Cascina, evidenziano il “cambio di marcia” auspicato dagli elettori al momento della scelta, quasi 3 anni fa, della nuova amministrazione.

Il “costo della politica” cascinese è diminuito di quasi 90 mila euro in soli 2 anni e mezzo rispetto allo stesso periodo della passata amministrazione PD – afferma l’assessore al bilancio e vicesindaco Dario Rollo

Al contempo continua la politica di efficientamento della spesa pubblica che ha contribuito ad un risanamento dei conti e alla possibilità di maggiori investimenti sul territorio. Il risparmio ottenuto”.

Senza clamori e senza proclami, questa condotta ha permesso al comune di finanziare alcuni servizi utili alla collettività, e in futuro posso affermare che si continuerà su questa strada. Di seguito si indicano le cifre del risparmio da giugno 2016 (data dell’insediamento) a dicembre 2018, spese complessive che vanno dalle indennità di carica di questa giunta ai rimborsi per missioni degli amministratori, dalle spese telefoniche, ai costi dei gettoni di presenza dei consiglieri durante commissioni e consigli comunali, rimborsi oneri ai datori di lavoro”.

Il costo totale del periodo giugno 2016 / dicembre 2018 (attuale amministrazione) è stato pari a 454.026,40 – prosegue Rollo – mentre nel periodo giugno 2011 / dicembre 2013 (amministrazione PD) è stato di 541.574,88 euro”.

Solo con l’indennità di giunta si sono risparmiati oltre 34 mila euro (334 mila a fronte di 368 mila del PD), che si sommano a 28.428 euro di rimborsi oneri ai datori di lavoro degli amministratori (7.300 euro contro quasi 36.000 del passato), altri 8 mila euro di TFR accantonato per l’ex sindaco (che risultava assunto dal datore di lavoro pochi mesi prima della nomina a sindaco, come si evince dal curriculum pubblicato dallo stesso ex amministratore).

Le spese telefoniche di questa amministrazione sono state pari a 2.590,24 euro mentre erano di 28.585,79 euro quelle della giunta PD, così come il rimborso per missioni richiesto dagli amministratori di appena 98,50 euro attuali rispetto a 2.249,93 euro degli amministratori precedenti.

In appena due anni un risparmio di quasi 26 mila euro solo di telefono e circa 2.200 di missioni.

D’altronde, gli attuali amministratori utilizzano il proprio cellulare e le proprie autovetture e non hanno mai chiesto rimborsi per attività istituzionali. L’esempio degli amministratori pubblici – continua Rollo – è la base per poter governare e prendere decisioni anche per gli altri.

Mi preme ribadire questi comportamenti, non per vanto, ma perché credo che sia necessario che i cittadini sappiano come vengono spese le risorse pubbliche. Comunicare dati trasparenti e reali ai miei concittadini è senz’altro la migliore risposta a chi invece lancia slogan e falsità, come il PD, senza far vedere i veri dati e nascondendo i danni prodotti in questo comune dal proprio governo in passato”.

Leave A Response »