LA STAGIONE 2013/14 DELLE “SFIDE” DI BIENTINA PARTE COL BOTTO. PAOLO MIGONE (ZELIG) NEL WEEK END !!!

L'Eco del Monte e del Padule 29 novembre 2013 0
LA STAGIONE 2013/14 DELLE “SFIDE” DI BIENTINA PARTE COL BOTTO.  PAOLO MIGONE (ZELIG) NEL WEEK END !!!
 “MIRACOLO A BIENTINA!” è l'azzeccatissimo titolo scelto dal 
Direttore Artistico Andrea Kaemmerle per la stagione 2013/14
del “Teatro delle Sfide” di Bientina che avrà inizio in 
questo week end con il doppio appuntamento con Paolo Migone 
ed il suo “Completamente spettinato”. Un esilarante monologo 
che ha reso celebre uno dei fiori all'occhiello della 
comicità toscana giunto al successo nazionale con Zelig e 
rimasto fortunatamente immune all'ondata di popolarità 
conseguente ai fasti TV. “E' solo uno dei tanti appuntamenti 
che abbiamo in cartellone quest'anno” puntualizza Kaemmerle 
sfoggiando quella irresistibile verve che ne fanno il 
perfetto anfitrione “L'omaggio a San Tommaso (quel 
“miracolo a Bientina” di evangelica memoria) sta a 
significare che ancora una volta offriamo una stagione 
pazzesca, fatta di 28 spettacoli diversi per ben 65 serate, 
con 7 prime nazionali delle quali 4 prodotte da noi stessi. 
Ne avremo per tutti i gusti, dalla grande comicità con 
Paolo Migone in questo week end la “La brigata dei dottori” 
Sergio Sgrilli o le care Katia Beni ed Anna Meacci, 
all'opera lirica, dalla musica d'autore nalla nuova 
drammaturgia”. Con Kaemmerle il Sindaco di Bientina 
Corrado Guidi, a testimoniare la vicinanza delle Istituzioni 
ad una realtà territoriale ormai consolidata come quella del 
Teatro delle Sfide: “Siamo felici ogni qual volta i nostri 
compiti ci portano a presenziare alle iniziative dell'amico 
Andrea; il crescente successo delle “Sfide” è il termometro 
di una scelta precisa ed azzeccata dell'Amministrazione“ 
dice Guidi evidentemente soddisfatto. “Ancora ricordiamo 
gli anni bui in cui il teatro Comunale passò dal ruolo 
cinema di seconda o terza visione a quello ancor più 
degradato di magazzino... Risollevare le sorti del teatro 
di Bientina affidandone la direzione artistica ad Andrea 
Kaemmerle ed assumendo il ruolo di sponsor della struttura, 
si è rivelata quindi un'intuizione vincente, cartina di 
tornasole di una realtà bientinese socialmente prospera. 
Il nostro sostegno alle “Sfide” dimostra l'oculatezza 
della nostra politica di allocazione delle risorse, un 
chiaro segnale che a Bientina l'originalità, la 
professionalità e la qualità troveranno sempre spazio”. 
 


INFO E PRENOTAZIONI: 3280625881 – 3203667354

Anche il “teatro delle sfide” aderisce al circuito “L'ECO DEL MONTE 
E DEL PADULE” (sconti, iniziative culturali, prenotazioni online, ecc...)

PAOLO MIGONE

Sabato 30 novembre ore 21,30 – Domenica 1 dicembre ore 18,00

Ridens presenta: Paolo Migone in

Completamente spettinato Di e con Paolo Migone

 

 

Per chi lo avesse perso quest’estate ad Utopia, vi diamo un’altra possibilità di ridere a crepapelle con Paolo Migone fiore all’occhiello della comicità toscana e Italiana dopo il trionfo televisivo di Zelig.

Il comico toscano Paolo Migone,porta in scena a dieci anni dal suo debutto, COMPLETAMENTE SPETTINATO con il quale racconta in chiave autobiografica e attraverso il filtro della sua comicità corrosiva e pessimistica, (il mondo visto attraverso un occhio nero) l’eterno gioco dell’amore tra uomini e donne, riportato sul piano di una realtà quotidiana fatta di incomprensioni, gelosie e rancori. Sul palco si affollano così vari personaggi, alcuni appartenenti alla vita personale dell’artista, altri alla storia. Con questo lavoro Paolo Migone presenta il frutto di un percorso artistico e umano compiuto in un arco di vent’anni. Uno spettacolo suggestivo e dai forti picchi emotivi, con una scenografia minimale, ideata per lasciar emergere con tutta la loro forza le parole e la musica.

 

Sabato 7 Dicembre ore 21,30 – 4 Venti ensemble presenta:

EVA E IL LUPO

Eva Malacarne – voce, tamburello, cembalo, nacchere, ventagli, bastone della pioggia, guijro

Lupo – chitarra, lap steel e voce

e con

Roberto Molesti – organo, piano elettrico, fisarmonica

Alessandro Criscino – batteria, cajon

Mimmo “Wild” Mollica – armoniche

Alessandro Corsi – seconda chitarra, basso

Fulvio A T Renzi – violino

Valerio Perla – percussioni

Luigi Nannetti – flauto traverso

 

 

Dal dialogo tra due artisti, una scrittrice ed un musicista, dalla poesia che incontra la musica, nasce il progetto “EVA & IL LUPO”. Da questo incrocio artistico e umano di sensibilità ed esperienze nascono canzoni che potremmo definire folk d’autore, ma dentro a questo lavoro ci sono  molti stili amalgamati con sapienza, gusto e tecnica: reggae,  rock, pizzica/taranta,  country, folk-rock e ovviamente delle ballate… stessa cosa dicasi per le liriche, belle e importanti, cantate perlopiù in italiano ma anche in inglese, spagnolo e portoghese….

Roberto Molesti, col suo talento al piano, organo e fisa, è il terzo elemento fondamentale e fondatore di questo progetto al quale si aggiungono poi con bravura e sensibilità altri due musicisti che non hanno bisogno di grandi presentazioni: Alessandro Criscino alla batteria e Mimmo Mollica alle armoniche. L’ ensemble musicale 4 Venti , è capace di una performance musicale viva, coinvolgente e raffinata senza mancare nè di impatto ritmico nè di capacità di rapire l’attenzione degli ascoltatori attraverso anche una ballata. Ogni definizione è un po’ riduttiva per un ensemble con una personalità precisa ma originale, dove l’anima delle parole (Eva) e della musica (Lupo) si sono trovate stupendamente.

 

 

Domenica 8 Dicembre ore 17,00

Orfeo inscena presenta

TABARRO di Giacomo Puccini

Michele – Michele Pierleoni

Luigi – Simone Frediani

Il Tinca – Matteo Michi

Il Talpa – Simone Simoni

Giorgetta – Simona Parra

La Frugola – Sandra Mellace

M° concertatore e pianista: Marco Rimicci

Regia: Roberta Ceccotti

Orfeo in scena” sono ospiti fissi nella stagione delle sfide: la compagnia e’ tra le poche o forse uniche in Italia a portare avanti l’oneroso e meritevole progetto di autoproduzione dell’opera lirica, rendendole alla portata anche di piccoli palchi come il nostro, senza però trasformare o ridurre l’opera, riprodotta in forma integrale e scenica.

Il Tabarro è un atto unico di Puccini facente parte del Trittico con “Suor Angelica” e “Gianni Schicchi”.

Storia eterna d’amore e gelosia , di sospetti e tradimenti. Il tabarro e’ il mantello di Michele, marito tradito, che tante volte era stato il nido nel quale aveva accolto la moglie Giorgetta e che nello straziante finale nasconderà il corpo strangolato dell’amante di lei.

Leave A Response »