Prenotazioni per escursione a “Civita di BagnoRegio”

L'Eco del Monte e del Padule 14 agosto 2018 0
Prenotazioni per escursione a “Civita di BagnoRegio”

 

 

 

BIENTINA, 14 gosto 2018 – La gita è organizzata dalla ASSOCIAZIONE ARMA AERONAUTICA e come di consueto NON E’ LIMITATA AI SOLI SOCI dell’associazione.

Il giorno stabilito per la gita è DOMENICA 23 SETTEMBRE, con partenza in pullman GT da Bientina o da Pontedera rispettivamente alle 5:30 o 5:40 del mattino.

Nel pomeriggio è in programma una visita al lago di Bolsena, il rientro è previsto per le ore 22.

Il costo dell’escursione è di 45 €uro per I soci e di 50 €uro per I non soci, e comprende il viaggio in pullman GT, l’assicurazione, l’ingresso al paese, il pullman navetta.

Per prenotare e ricevere ulteriori informazioni è sufficiente telefonare ai numeri telefonici 339/4702008 (Enzo Pozzolini) o 338/5879802 8alessandro Andreotti) e versare di 30 €uro entro il 16 settembre.

Civita di Bagnoregio Civita è una frazione del comune di Bagnoregio nella provincia di Viterbo nel Lazio, e fa parte della lista dei BORGHI PIU’ BELLI D’ITALIA, oltre ad essere nota per la denominazione della “città che muore.

Si trova nella valle dei calanchi, un’area situata tra il lago di Bolsena ad ovest e la valle del Tevere ad est, la morfologia di quest’area è stata provocata dall’erosione e dalle frane.

Il territorio è costituito da due formazioni distinte per cronologia e tipo.

Abitata da sole sedici persone sino al 2011 e situata in posizione isolata, Civita è raggiungibile solo attraverso un ponte pedonale in cemento armato costruito nel 1965.

Il ponte può essere percorso soltanto a piedi ma il comune di Bagnoregio, venendo incontro alle esigenze di chi vive o lavora in questo luogo, ha emesso una circolare in cui dichiara che, in determinati orari, residenti e persone autorizzate possono attraversare il ponte a bordo di cicli e motocicli.

La causa del suo isolamento è la progressiva erosione della collina e della vallata circostante, che ha dato vita alle tipiche forme dei calanchi e che continua ancora nel ventunesimo secolo, rischiando di far scomparire la frazione, per questo chiamata anche “la città che muore” o, più raramente, “il paese che muore”.

Il territorio è costituito da due formazioni distinte per cronologia e tipo.

Abitata da sole sedici persone sino al 2011 e situata in posizione isolata, Civita è raggiungibile solo attraverso un ponte pedonale in cemento armato costruito nel 1965.

Il ponte può essere percorso soltanto a piedi ma il comune di Bagnoregio, venendo incontro alle esigenze di chi vive o lavora in questo luogo, ha emesso una circolare in cui dichiara che, in determinati orari, residenti e persone autorizzate possono attraversare il ponte a bordo di cicli e motocicli.

La causa del suo isolamento è la progressiva erosione della collina e della vallata circostante, che ha dato vita alle tipiche forme dei calanchi e che continua ancora nel ventunesimo secolo, rischiando di far scomparire la frazione, per questo chiamata anche “la città che muore” ogita  più raramente, “il paese che muore”.

Leave A Response »