ROTTAMAZIONE TER E SALDO E STRALCIO: PROROGA AL 31 LUGLIO 2019.

L'Eco del Monte e del Padule 24 luglio 2019 0
ROTTAMAZIONE TER E SALDO E STRALCIO: PROROGA AL 31 LUGLIO 2019.

Risparmio da parte di un nostro associato: da 16.636,78 euro di debito a 1.120,34 euro

 

Buone notizie per i contribuenti che hanno perso la “terza edizione” della rottamazione ter e quella del saldo e stralcio. Viene infatti concessa la possibilità di aderire nuovamente alla sanatoria fino al termine del 31 luglio 2019. È quanto prevede l’emendamento (Molinari), approvato l’11 giugno 2019 dalla Commissione Bilancio e Finanza della Camera, al decreto Crescita (D.L. n. 34/2019) che sancisce l’inserimento del nuovo articolo 16-bis “Riapertura dei termini per gli istituti agevolativi relativi ai carichi affidati agli agenti della riscossione”.

Stando a quanto emerso nelle bozze del documento, l’emendamento, già approvato dalla Commissioni Bilancio e Finanza della Camera, prevede che, salvo  per i debiti già ricompresi in dichiarazioni di adesione presentate entro il 30 aprile 2019, il debitore possa aderire entro il 31 luglio 2019, con le modalità e in conformità alla modulistica che l’agente della riscossione pubblicherà sul proprio sito internet.  Ma è solo facendo un esempio pratico che possiamo rendere l’idea del risparmio che il contribuente, potrebbe TRARRE aderendo, sempre che ne sussistano i presupposti richiesti dalla Legge, alla rottamazione ter e/o al saldo e stralcio!!!

Posto che, aderendo alla precedente procedura di saldo e stralcio, il contribuente andava a pagare solo una percentuale sul debito + interessi compresa tra il 16% ed il 35% a seconda dell’ISEE (fino ad 8.500,00 Euro, il 16% del debito + interessi; da 8.500,00 Euro a 12.500,00 Euro, il 20% del debito + interessi; da 12.500,00 a 20.000,00 Euro, il 35% del debito + interessi), un Nostro Associato, con debito pari ad Euro 16.636,78, ridotto ad Euro 7.002,14 con adesione alla procedura di saldo e stralcio, avendo un ISEE di Euro 2.661,57, ha pagato soltanto il 16% del carico dovuto a titolo di capitale e interessi di ritardata iscrizione, vale a dire, 1.120,34 Euro, a fronte di 7.002,14 Euro !!!

 

UN GRAN RISPARMIO PER LE TASCHE DEI CONTRIBUENTI ORMAI ESASPERATI DA CARTELLE DI PAGAMENTO ED AVVISI DI ADDEBITO CHE NON DANNO TREGUA

HAI BISOGNO DI AIUTO??

Per informazioni ed assistenza rivolgiti al nostro uffici di Cascina in corso Matteotti (al piano terreno del Municipio) o scrivi all’indirizzo si posta elettronica

[email protected]

Leave A Response »