“2000 €URO DI TELEFONATE MAI FATTE, AECI HA FATTO STORNARE IL DEBITO ED OTTENUTO UN RIMBORSO”. UNA STORIA A LIETO FINE GRAZIE ALL’ASSOCIAZIONE.

L'Eco del Monte e del Padule 19 settembre 2019 0
“2000 €URO DI TELEFONATE MAI FATTE, AECI HA FATTO STORNARE IL DEBITO ED OTTENUTO UN RIMBORSO”. UNA STORIA A LIETO FINE GRAZIE ALL’ASSOCIAZIONE.
A.E.C.I. (Associazione Europea Consumatori Indipendenti) riesce ancora a 
difendere con successo i cittadini, troppo spesso inermi nei confronti 
dell'arroganza delle grandi aziende. 
Nello specifico, la questione riguardava l'infondata pretesa di quasi 2000 
€uro, avanzata da un noto gestore di telefonia, per telefonate effettuate 
da un utenza “fantasma”. 
L'azienda infatti non ha mai esibito il contratto alla vittima del tentato sopruso, 
nonostante le numerose richieste in tal senso, da ciò si è dedotto che, pur 
essendo il traffico probabilmente stato consumato da un ignoto sottoscrittore, 
ponendo firma apocrifa ed utilizzando un documento di identità di cui era 
stato debitamente denunciato lo smarrimento), le pretese erano 
assolutamente infondate. 
La diatriba si è trascinata per due anni, fino a quando la vittima non si è 
rivolta alla sede AECI di Cascina (posta in corso Matteotti al piano terra
del Municipio - 050/719202 o 345/4000098) che informata dei fatti, si è 
preoccupata dell'intera gestione della controversia, ottenendo per via 
extragiudiziale non solo l'intero stralcio delle bollette, ma addirittura un 
risarcimento di 450 €uro per il disturbo causato alla vittima dalla compagnia
gestore telefonico, colpevole di numerosi e frequenti disservizi sulle altre 
utenze e di reiterate intimazioni di pagamento. 
”Tutto è bene quel che finisce bene” commenta il Presidente della sede 
cascinese di AECI “l'importante è rivolgersi sempre a chi conosce i 
meccanismi e  conosce come muoversi. Talvolta rivolgersi ad associazioni 
specializzate come la nostra può fare la differenza nel districare situazioni 
apparentemente irrisolvibili".

 

Leave A Response »