SABATO E DOMENICA 21 E 22 MAGGIO. LA FESTA MEDIEVALE DI BUTI PROMETTE SCINTILLE

L'Eco del Monte e del Padule 21 maggio 2016 0
SABATO E DOMENICA 21 E 22 MAGGIO. LA FESTA MEDIEVALE DI BUTI PROMETTE SCINTILLE


UN WEEK END INDIETRO NEL TEMPO DI ALMENO 800 ANNI, AL TEMPO DI CAVALLI E CAVALIERI, DAME E DAMINE, CORTI E CORTEI… E POI ANCORA BANCHETTI, GIOCOLIERI, GUITTI E SPETTACOLI DI STRADA, MERCATI, INTRATTENIMENTI, BUONA CUCINA… NELLA FANTASTICA ATMOSFERA DEL BORGO, DELLA VILLA MEDICEA E DEL CASTELLO…

>

La conferenza stampa di questa mattina organizzata congiuntamente nella sala consiliare del comune di Buti, ci ha presentato ciò che già sapevamo dalle tre precedenti edizioni di “MEDIOEVO IN CASTELLO”, la rievocazione storica organizzata e promossa dall’Associazione “Il Castello” di Buti e dalla Contrada San Rocco.
“Il borgo e tutta Buti si coloreranno ancora dell’atmosfera che per secoli ha pervaso queste strade – ha introdotto il sindaco Alessio Lari – Sono certo che MEDIOEVO IN CASTELLO ci sorprenderà una volta di più grazie alla sua puntigliosa ricostruzione, alle sue attrattive, alla buona cucina tradizionale, al movimento che porterà a Buti in questi due giorni”.
Due giorni di festa nati solamente nel 2013, che giunti alla sua IV edizione si propongono di raggiungere e superare le 4000 presenze registrate lo scorso anno.

Il sindaco di Buti Alessio Lari ed il capocontrada di San Rocco Eddy Leone

Il sindaco di Buti Alessio Lari ed il capocontrada di San Rocco Eddy Leone

“Per me è un piacere constatare che Buti è cresciuta e continua a crescere grazie agli sforzi delle associazioni culturali, sportive e ricreative presenti in paese – prosegue il sindaco – MEDIOEVO IN CASTELLO si inserisce in questo preciso contesto: la valorizzazione di Buti attraverso la diffusione delle proprie peculiarità. Storia, tradizioni, attaccamento alle proprie radici, qualità enogastronomica, ricercatezza ed inventiva nello svago. L’aver intrattenuto rapporti con gli sbandieratori del palio di Fermo, l’ingaggio della compagnia milanese che farà rivivere ai ragazzi le avventure di Re Artù con un gioco/avventura quanto mai istruttivo, la preparazione della cena medievale in programma sabato 21, sono prerogative della festa per le quali non possiamo che ringraziare la contrada San Rocco e tutti coloro che si sono adoperati per un’ottima riuscita della festa”.

“Sarebbe magnifico anche solo eguagliare quel risultato” dice il capocontrada EDDY LEONE, accompagnato da DANIELE GENNARI (responsabile delle scenografie e degli arredi), il vicecapocontrada FEDERICO GOZZOLI, GENNY LAZZERINI e CARLOTTA DI SANDRO (responsabile promozione web dell’evento).
“In San Rocco siamo fiduciosi perchè abbiamo fatto ogni cosa con puntigliosità e massimo impegno – prosegue, nelle vesti di organizzatore che gli calzano a pennello, il “vecchio” Eddy – Ci siamo informati addirittura sulle previsioni meteo (che danno sole splendente per tutto il week end, ndr) perchè nulla sia lasciato al caso”.
Gli fanno eco i suoi collaboratori nell’organizzazione di quella che, da semplice scommessa intrapresa con gli amici davanti ad un caffè, è divenuta in soli tre anni uno degli appuntamenti imperdibili dell’intero comprensorio del Monte Pisano.
“La cura che abbiamo riposto in ogni particolare – dal menu’ della cena di sabato, agli addobbi, la scelta degli artisti, dei percorsi, delle location… – è stata quasi maniacale -conferma Daniele Gennari – Per tutti noi della contrada San Rocco MEDIOEVO IN CASTELLO è il mezzo di valorizzare il borgo in cui viviamo, abbiamo un programma ricco ed intenso, adatto a tutti: dagli appassionati di storia, ai fans del medioevo e del fantasy, ai bambini, i curiosi, gli amanti delle tradizioni e delle celebrazioni storiche”.
Il programma del week end è disponibile e consultabile in rete da giorni (http://www.medioevoincastello.it/), l’unico avvertimento che preme agli organizzatori è l’ordine, e l’evitare quel sovraffollamento che potrebbe infastidire: “Per questo raccomandiamo la prenotazione per la cena di sabato (telefono o internet) – aggiunge CARLOTTA DI SANDRO – Insieme al comune di Buti abbiamo predisposto un servizio di bus navetta gratuito per domenica. Parcheggiando nel piazzale di fronte al cimitero di Buti o nel parcheggio del campo sportivo, due autobus porteranno ininterrottamente (per 12 ore, dalle 12 a mezzanotte) i visitatori e i turisti dalla “periferia” fino al piazzale della villa, dove ci saranno accampamenti, tende, il mercato medievale… Nel cuore stesso della festa”.

Leave A Response »