INAUGURATO A SAN GIOVANNI IL “PARCO XIMENES”

L'Eco del Monte e del Padule 19 luglio 2017 0
INAUGURATO A SAN GIOVANNI IL “PARCO XIMENES”

 

Nuova visita alla “Botte” del Presidente del Consiglio Regionale Eugenio Giani

Al centro del colloquio tra Sindaco Taglioli e Presidente Giani la revisione della canne della Botte, ora di competenza della Regione, per accertarsi della completa sicurezza dell’area, come prima cosa, e la conseguente valorizzazione “dell’altra” Vicopisano, di quella parte di territorio che ha nell’acqua e nell’architettura idraulica di raro pregio, una delle sue attrattive più interessanti, dal punto di vista storico, ingegneristico, architettonico e non solo.

La’ssessore Andrea Taccola, Eugenio Giani, l’architetto Marco Forti, il sindaco Taglioli

“Rendere visibile e visitabile il manufatto di Alessandro Manetti tramite un’adeguata illuminazione, far conoscere alle giovani generazioni e a tutti i cittadini questa imponente opera idraulica ospitata nell’area era un dovere – ha detto il Presidente Giani – adesso, con il Parco appena intitolato a Leonardo Ximenes e le Cateratte Ximeniane, vera e propria cattedrale idraulica, e testimonianza straordinaria i cui congegni sono ancora funzionanti, le basi per dei percorsi turistico-culturali sono state gettate”.

Tornato al canale della Botte, a San Giovanni alla Vena, il Presidente del Consiglio Regionale Eugenio Giani, ha percorso il canale fino al manufatto di Manetti insieme al Sindaco Juri Taglioli, a bordo di un’imbarcazione messa a disposizione dal Genio Civile, coordinato dall’architetto Marco Forti.

Il presidente Giani e Juri Taglioli a bordo del battelo lungo il corso del canale

“Vogliamo avere la certezza  che dal punto di vista idraulico tutto sia sempre perfettamente sotto controllo – ha detto il sindaco – In un territorio bello ma problematico come il nostro, la sicurezza della comunità è la cosa più importante e il Presidente Giani si è reso molto disponibile ad accelerare le verifiche in tal senso”.

Il presidente Giani ha intrattenuto i partecipanti alla cerimonia con un excursus storico interessante e documentato, ricordando anche come la bonifica dell’antico Lago di Bientina “consentì alle popolazioni di vivere in territori salubri, liberati dalla malaria e da recuperare alle coltivazioni, si trattò dell’opera più grande di governo del territorio in Toscana”.

La giunta di Vicopisano con il presidente Giani

Da parte loro, in rappresentanza dell’associazione “Non c’è futuro senza memoria”, la Presidente Margherita Giani e l’architetto Forti, hanno anche espresso una serie di articolate idee di utilizzazione del nuovo parco, da discutere e realizzare in collaborazione con l’Amministrazione Comunale.

“Idee belle e molto valide – ha apprezzato il Vicesindaco Matteo Ferrucci – come ad esempio quella di un parco astronomico, vivo ed interattivo in cui coinvolgere i ragazzi delle nostre scuole e gli insegnanti, riscoprendo l’astronomia del meridiano e il valore dello spazio e del tempo”.

Molto bella e apprezzata la preghiera scelta da Don Giampaolo Manzin per benedire l’intitolazione: “Risana la nostra vita affinché proteggiamo il mondo e non lo deprediamo, affinché seminiamo bellezza e non inquinamento e distruzione”.

Don Manzin, Eugenio Giani e Juri Taglioli

Leave A Response »